Nuoto, Assoluti 2017: Pellegrini e Paltrinieri protagonisti della terza giornata

Pubblicato il autore: Stefania Putzu Segui

Assoluti 2017, Federica Pellegrini: oro nei 200 metri stile libero e nuovo record mondiale

Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri tornano all’apice del successo con un incredibile show ai campionati di nuoto Assoluti di Riccione, vincendo le rispettive finali di specialità. La Pellegrini, non in forma smagliante a causa di un procinto di influenza stagionale, ha vinto la finale dei 200 metri stile libero imponendosi davanti a tutte e piazzando un nuovo record mondiale in 1’55’94. Nonostante le condizioni di salute non proprio ottimali che l’hanno costretta a rinunciare alla finale dei 200 dorso, la “Divina” veneziana ha conquistato il suo ennesimo traguardo ed è salita sul podio tra gli applausi festanti del pubblico di Riccione; sul podio insieme a lei Alice Mazzau, seconda, che ha concluso le quattro vasche in 1’57”77 mentre la medaglia di bronzo è andata a Stefania Pirozzi, giunta al traguardo in 1’58”94. La Pellegrini, che già aveva conquistato l’oro nei 100 metri stile libero lo scorso mercoledì, si è così ritagliata il preziosissimo pass per i Mondiali di Budapest in Ungheria della prossima estate, competizione che la vedrà impegnata per l’ottava volta in carriera.

Nuoto, Assoluti 2017: anche Paltrinieri strappa il miglior crono dell’anno

Anche il ventiduenne Gregorio Paltrinieri è tornato al top dopo aver perso la finale degli 800 metri stile libero dietro al suo amico e avversario Gabriele Detti. Il campione olimpico ha dato il massimo nella finale dei 1500 metri stile libero ritrovando la forma smagliante ma soprattutto annientando gli avversari: non solo ha dominato la gara ma ha stampato un nuovo record in 14’09”33, miglior crono registrato in questo 2017. Una prestazione, quella di Greg, che spazza completamente via i dubbi e le critiche che nelle ultime settimane gli erano piovute addosso: dopo l’oro olimpico era arrivato secondo ai Mondiali di vasca corta a dicembre, qualche settimana fa aveva perso il Trofeo di Milano e il colpo più basso è arrivato proprio ieri, quando per un soffio è alle spalle di Detti nella finale di 800 metri. “Sono contento, non avevo dubbi, sono tornato il vero Greg – ha dichiarato ai microfoni Rai – non sono un robot, ci stanno gli alti e i bassi, ci stava fare questo tempo. Ieri mi giravano e anche oggi, prima di entrare in acqua, avevo paura di sentirmi non bene, poi quando sono entrato in camera di chiamato non dovevo pensare alle sensazioni, dovevo essere in grado di dare tutto me stesso. E’ importante per l’umore, quando ti alleni e poi non arrivano i risultati…”. 

Nuoto, Assoluti 2017: gli altri pass per i Mondiali di Budapest

Anche la giovanissima Arianna Castiglioni ha conquistato l’oro e tante soddisfazioni nei 50 metri rana: la 19enne di Busto Arstizio ha vinto la finale degli Assoluti di Riccione migliorando di 4 centesimi il record italiano che lei stessa deteneva e ha tagliato il traguardo in 30”72. Una bella vittoria quella della bustocca che le spalanca le porte per i mondiali di Ungheria il prossimo luglio: “sono contentissima – ha detto ai microfoni Rai – fin da stamattina mi sentivo bene e volevo fare un bel tempo. Avevo paura di peggiorare perché ultimamente al pomeriggio sono andata più piano rispetto al mattino. Ottenere il record italiano è perfetto“. Domani mattina Arianna entrerà in vasca per provare i 100 rana, mentre Martinenghi proverà i 200.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •