Brutta sconfitta per Club Italia: Paola Egonu troppi errori in difesa

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

club italiaCade rovinosamente il Club Italia in casa della Foppapedretti Bergamo, e perde forse la sua incisività Paola Egonu, che ha nuovamente dimostrato grandi limiti in difesa. La giovane pallavolista che potrebbe rappresentare una risorsa importante per l’Italia del volley deve ancora imparare a gestire lo stress e a ricevere con la dovuta tranquillità, senza cioè lasciarsi prendere dall’impulsività che porta spesso all’errore.

Davanti 2000 spettatori la squadra di Paola Egonu cade rovinosamente e senza appello perdendo 3 a 0, 25-13, 25-20 e 25-20 i parziali dei set, che hanno visto un inizio match prodigioso da parte delle ragazze allenate dal coach Lavarini che ha potuto contare sull’ottima prestazione della centrale belga Aelbrecht Freya, 11 punti per lei e un carisma veramente invidiabile, della centrale Paggi Paola, 12 punti, e della schiacciatrice croata Barun-Susnjar Katarin, che ha messo a segno ben 15 punti, dimostrando di essere una vera e propria spina nel fianco per la difesa di coach Lucchi che non ha saputo dimostrarsi all’altezza della situazione.

Dalla parte delle azzurrine possiamo annoverare la buona prova delle centrali Danesi e Berti, sottotono invece i due liberi, anche la Spirito che aveva saputo far parlare bene di lei. Per quanto riguarda Paola Egonu va annoverato che ha fatto comunque 15 punti, dimostrando grandi capacità fisiche in attacco, ma non altrettanto in difesa, dove non riesce a integrarsi con il resto delle compagne.

potrebbe interessarti ancheVolleyball Nations League. Aspettando le big, l’Italia sperimentale vince e convince

Primo set da dimenticare per Club Italia

Il primo set è veramente da dimenticare per Club Italia, che non entra mai in partita nonostante i continui richiami del coach Lucchi che vede impotente la sua squadra soccombere per 25 a 13, ma più che altro senza la forza di reagire. Da questo primo set si era capito subito che le azzurrine non avrebbero avuto vita facile a Bergamo, e così è stato, nonostante non giocassero molto distante da casa.

La superiorità delle pallavoliste della Foppapedretti è stata infatti schiacciante nel primo set che non ha lasciato letteralmente spazio alle contromosse del Club Italia che non ha saputo fare altro che soccombere, miserevolmente, e non a testa alta come almeno si aspettano di vedere i vari sostenitori che supportano fino alla fine alla propria squadra.

potrebbe interessarti anchePallavolo femminile A1, colpo di mercato Monza, arriva Anna Danesi

Leggera ripresa per il Club Italia negli altri due set

Negli altri due set, pur perdendo, il Club Italia ha mostrato una leggera ripresa, cadendo per 25 a 20 in entrambe le frazioni di gioco ma mostrando alla squadra di casa che la vittoria non sarebbe stata una passeggiata. Troppi gli errori di Spirito e di Guerra, due pallavoliste solitamente attente ma che non hanno saputo prendere il match per il verso giusto, forse per una giornata storta o forse perché le schiacciatrici avversarie hanno ben architettato le manovre d’attacco lasciando poco e nulla alla difesa delle azzurrine.

Partita comunque storta, che ha messo in luce tutti i difetti delle azzurrine, che come ben si sà sono al Club Italia per mettersi in mostra e farsi vedere come giocatrici sul piano internazionale, soprattutto in vista delle Olimpiadi e del prossimo campionato di A1. Se non si cambia marcia molte ragazze rischiano di finire nella serie inferiore e di non avere alcuna chance per la nazionale.

notizie sul temaPallavolo finale Champions League, Civitanova-Zenit Kazan 3-1: trionfo marchigiano che torna sul tetto d’EuropaChampions League pallavolo femminile, Novara vince la Coppa e sale sul tetto d’EuropaDove vedere Finale Champions League Civitanova-Kazan in onda oggi dalle 19:00
  •   
  •  
  •  
  •