Volley donne, alla scoperta della Serie A1: Unet Yamamay Busto Arsizio

Pubblicato il autore: Damir Cesarec

busto arsizioIl mancato accesso ai playoff nell’ultimo campionato ha lasciato l’amaro in bocca in casa bustocca. La chiusura anticipata della stagione ha spinto i dirigenti a una profonda rifondazione. Il mercato è stato di livello e gli innesti di Signorile, Diouf e Martinez ne sono la conferma. Si riparte però da una certezza, ossia da coach Marco Mencarelli. Nonostante i risultati non certo esaltanti alla sua prima esperienza in A1, la società ha deciso di rinnovargli la fiducia affidandosi nuovamente alle sue qualità. Busto non è costruita per vincere, ma piuttosto per dare fastidio alle formazioni di vertice. E così sarà perché questo gruppo sarà una mina vagante, una di quelle squadre rognose che se in giornata può battere chiunque. Inoltre Busto parteciperà alla prossima Coppa CEV, la seconda competizione europea, dove cercherà di andare il più avanti possibile.

SESTETTO
Signorile (P) – Diouf (O)
Martinez (S) – Vasilantonaki (S)
Stufi (C) – Pisani (C)
Durajczyk (L)

Le ambizioni di Busto partono tutte dalla diagonale Signorile-Diouf. Le sapienti mani della regista unite al braccio caldo dell’opposta promettono scintille. A maggior ragione dal momento che arrivano entrambe da un’estate difficile e lontana dalla maglia azzurra. In posto 4 la coppia Martinez-Vasilantonaki garantisce soprattutto quantità. La schiacciatrice domenicana ha già dimostrato tutta la sua classe con le maglie di Bolzano e della sua Nazionale, mentre la banda greca arriva dal tricolore con Conegliano e con alle spalle un playoff in cui non ha fatto rimpiangere l’infortunata Hodge. Al centro Pisani è l’unica “sopravvissuta” dell’ultima stagione, mentre Stufi arriva da una buona annata a Scandicci. Tuttavia, permane qualche dubbio soprattutto sulle loro qualità a muro. Il grave infortunio occorso al libero Spirito ha costretto la società a tornare sul mercato. Gli obiettivi principali erano la domenicana Castillo e l’olandese Stam, ma alla fine la scelta è ricaduta sul libero della Polonia Durajczyk. Occhio invece alla panchina dove già scalpitano la centrale Berti e la schiacciatrice americana Simpson.

OBIETTIVI
Dare fastidio. Sulla carta Busto si presenta come settima forza del campionato, ma l’obiettivo è quello di puntare anche più in alto se dovesse presentarsi l’occasione. Il sestetto base è cambiato per 6/7 e qualche problema di amalgama sarà inevitabile, ma al di là di questo la sensazione è che questa squadra sia un po’ sbilanciata e troppo votata all’attacco. Il ruolo chiave verrà quindi giocato da Durajczyk che avrà il difficile compito di tenere la ricezione su buoni livelli dal momento che sia Martinez che Vasilantonaki non offrono particolari garanzie in seconda linea. Molto dipenderà anche dal cammino in Coppa CEV. In Europa Busto può arrivare lontano, ma giocare ogni tre giorni potrebbe lasciare qualche tossina di troppo.

ROSA
Palleggiatrici: Noemi Signorile, Caterina Cialfi
Opposta: Valentina Diouf
Schiacciatrici: Brayelin Martinez, Anthi Vasilantonaki, Taylor Simpson, Serena Moneta
Centrali: Federica Stufi, Giulia Pisani, Beatrice Berti
Liberi: Agata Durajczyk, Ilaria Spirito
Allenatore: Marco Mencarelli

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •