Superlega volley, il punto sulla classifica a 3 giornate dal termine

Pubblicato il autore: Marco Roberti

Calendario alla mano e segnapunti sulla scrivania: è ora di fare i conti. La superlega volley è giunta alle sue battute finali: solo 3 giornate, racchiuse in una settimana visto l’anticipo dell’ultimo turno deciso dalla lega volley, ci separano dal termine della regular season. E quindi ora più che mai è giusto vedere come potrebbe terminare in vista dei sempre più imminenti playoff. Partiamo dalla testa della graduatoria. Anche perché qui il discorso è veramente breve. La Lube è prima, con ben 9 punti di vantaggio sulle seconde, e le basta un punto per garantirsi il matematico primato nella regular season. E tra Verona, Molfetta e Modena c’è da giurare che non se lo faccia scappare. Più complesso è il discorso per il podio; posizione che non è solo platonica, ma anche sostanziale perché permette di godere di un sorteggio nei playoff di superlega più agevole. Perugia dopo l’ultima giornata ha agganciato Trento in seconda posizione, entrambe a quota 53 punti. Il calendario sembra favorire in questo caso gli uomini di Bernardi che affronteranno Latina nel fine settimana, Milano mercoledì prossimo e infine chiuderanno con l’insidiosa partita contro Verona. Di contro la Diatec dovrà però vedersela con Modena, Molfetta e Monza: potrebbe essere uno scontro a distanza che si deciderà sul filo di lana. Proprio Modena tenta l’impresa di riagganciare le altre due squadre. L’Azimut è a quota 50, e la separano solamente 3 punti; ma l’ostacolo più grande è il calendario: i ragazzi di Tubertini avranno tre sfide complicate. Il tour de force si aprirà domenica con Trento, proseguirà mercoledì con Civitanova e terminerà domenica prossima con Piacenza. Un assaggio di playoff praticamente. E Modena dovrà anche guardarsi le spalle da chi arriva da dietro. In particolare da Verona che, è vero, ha 4 punti di distacco, ma è in forte crescita. Civitanova, Perugia e Padova rendono però ostico il cammino degli scaligeri a cui però farebbe poca differenza il quarto o il quinto posto: sempre Modena ci sarebbe ad attenderli nei quarti di finale dei playoff di superlega volley. E Kovacevic qualche settimana fa ha dichiarato che in quel momento che si dovrà vedere di che pasta è fatta Verona. E noi facciamo fatica a non credergli. Ben ancorate alle loro posizioni sono Piacenza e Monza. Rispettivamente a quota 37 e 32 punti, difficilmente scaleranno, in negativo o in positivo, di qualche posizione. Il turno infrasettimanale, lo scontro diretto, potrebbe addirittura suggellare un campionato secondo le aspettative; in vista degli attesi playoff. Ma la parte interessante è un’altra e sta pochi punti più sotto. Ci sono rimaste almeno tre squadre che battagliano proprio per l’ultimo posto disponibile ai playoff. Vibo Valentia, Ravenna e Latina: tutte e tre a 26 punti, solo una accederà alla fase successiva del campionato. Un girone di ritorno con tanti problemi ha fatto calare Vibo e ne potrebbe aver compromesso la qualificazione. Ma forse la squadra calabrese è quella che ha il destino più saldamente in mano. Oltre alla gara con Sora di questo fine settimana, da vincere assolutamente, la Tonno Callipo avrà i due scontri diretti proprio con le sue concorrenti. Prima Latina in casa e poi Ravenna in trasferta. Partite caldissime per i ragazzi di Kantor. L’esperienza di Fei e Maruotti dovrà invece guidare Latina verso l’accesso ai playoff. La rincorsa passa dalla sfida interna contro Perugia, a cui bisogna strappare qualche punto. Poi Vibo appunto e in ultimo Milano, la sfida più abbordabile. E visto come stava andando il girone d’andata, Bagnoli potrebbe ben fare un fragoroso applauso ai suoi in caso di qualificazione. I ragazzi terribili di Ravenna hanno sulla carta il calendario più abbordabile con la sfida interna contro Vibo e le trasferte a Milano e Sora. Occasioni d’oro per centrare il posto ai playoff di superlega volley. Più staccata Molfetta a cui poco servono le grandi prestazioni di Giulio Sabbi e a cui non sorride nemmeno il calendario con le sfide a Civitanova e Trento. In coda per evitare gli ultimi posti saranno in tre: Padova, Sora e Milano. Ma queste tre squadre potranno soprattutto mettere i bastoni tra le ruote facendo perdere punti a qualche grande o qualche squadra che lotta ancora per i playoff.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •