Playoff Superlega volley, al via le due supersemifinali

Pubblicato il autore: Marco Roberti

Si restringe il cerchio, non si può più tornare indietro: cominciano le semifinali dei playoff di Superlega volley. A ben vedere le partecipanti, sono arrivate al penultimo atto dei playoff, ultimo step prima di vedere arrivare alla finalissima, sono le 4 squadre più forti della Superlega. Non a caso, le quattro formazioni che hanno occupato i primi quattro posti al termine della regular season. Civitanova-Modena e Trento-Perugia. In programma almeno tre gare(infatti le semifinali sono al meglio delle 5), ma scommettiamo che nessuna delle due sfide si concluderà con parziale tanto netto per l’una o l’altra parte. Si comincia ovviamente in casa della meglio classificata al termine della stagione regolare di Superlega. Al via domenica all 17:00 all’Eurosole forum la sfida tra i campioni d’Italia in carica, Modena, contro quelli che quest’anno sembrano avere tutte le carte in regola per emularli, Civitanova. Gli scherzi del calendario potrebbero mettere di fronte queste due squadre per ben 7 volte nell’arco di un mese: cinque nei playoff, e due in Champions League, se entrambe dovessero passare il turno. Ma, come ha detto ai nostri microfoni Lorenzo Tubertini, coach dell’Azimut, è bene pensare una partita per volta. Sempre Tubertini ha provato a darci, se non la ricetta, qualche ingrediente per battere la corazzata Lube: aggredirli in battuta e non partire battuti. Sembra semplice, ma non è così. Ma Modena è pur sempre la squadra che in questo campionato batte meglio e questa caratteristica potrà più che mai venire utile in questa semifinale. Dall’altra parte le preoccupazioni di Gianlorenzo Blengini sono per il momento di Modena che, dopo essere stata a un passo dall’eliminazione contro Verona, è uscita dal momento negativo e ora sembra tornata in forma. Ma Civitanova resta comunque la squadra da battere, quella con più soluzioni offensive e una panchina che consente di pescare in qualsiasi momento il jolly. I sestetti saranno quelli confermati dalle ultime partite; forse Piano ha qualche possibilità di scalzare Le Roux al centro, mentre Kovar avrà il suo posto in banda con Cebulj pronto a subentrare magari per qualche turno in battuta. Alle 18:30 invece spazio all’altra semifinale. Più che mai aperta a ogni risultato è Trento-Perugia. La Diatec ha difeso fino all’ultimo il secondo posto che le consente il non banale privilegio di giocare in casa 3 match su 5. Non banale perché il palazzetto trentino è stato un fortino inespugnabile per chiunque sia passato da queste parti. La squadra di Lorenzo Bernardi dovrà fare i conti con il fattore campo; così come capitan Birarelli che tornerà dove ha militato per tanto tempo e vedrà soffiarsi un particolare record: secondo quanto riporta il sito trentinovolley.it, Filippo Lanza con la partita di domani indosserà la fascia di capitano per la novantaduesima partita, superando proprio Emanuele Birarelli. Perugia arriva da una settimana tranquilla senza impegni europei: solo un’amichevole infrasettimanale con Ravenna giusto per non perdere il ritmo partita. De Cecco è però pronto a servire i suoi attaccanti. Trento è reduce dalla qualificazione in CEV cup contro Piacenza e ora vuole cominciare bene la serie playoff. Gara 1 sta per cominciare: non resta far altro che mettersi comodi e godersi lo spettacolo.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •