Volley, Lanza: “Ci sarà da divertirsi contro Perugia”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri

Capitano Filippo Lanza

Sfida da non perdere oggi per tutti gli appassionati del Volley ed addetti ai lavori. Alle ore 18.30 prenderà il via la semifinale play off scudetto (gara uno) Trento Perugia. Ai microfoni di Gazzetta.it,  Filippo Lanza ha parlato di questa importantissima sfida dove si affronteranno due squadre forti, una sfida quasi equilibrata come confermato dal noto giocatore della Diatec Trentino e della nazionale italiana:“Sicuramente lo sarà, in questo momento noi e Perugia siamo due squadre molto simili. Entrambe abbiamo tanta voglia di vincere, entrambe veniamo da un buon filotto di vittorie: sarà una serie interessante da vedere dal vivo. Nella quale sarà anche molto bello affrontare tanti compagni di nazionale. Presi singolarmente Perugia ha più individualità di noi, ma questo è uno sport di squadra e per vincere dovremo dimostrare di avere più fame degli avversari”.

Sarà una gara particolare poichè esattamente due anni fa Lanza era in semifinale con Perugia nell’ultima occasione in cui Trento vinse il titolo di campione. Il pallavolista ha preferito non accostare la straordinaria vittoria del 2015 al momento attuale, ma ha fatto capire che quella di questa sera sarà una sfida da non perdere: “Non sono scaramantico, credo sono situazioni diverse, vicende nuove, squadre differenti. Non so come andrà con gli umbri, ma ci sarà sicuro da divertirsi e da dimostrare una grande pallavolo a tutto il mondo degli appassionati di questo sport.” Sarà una settimana importante per la formazione trentina. Oltre alla semifinale con il Perugia la squadra dovrà affrontare in Coppa Cev i turchi del Fenerbahce. Un’altra gara importante e da non sottovalutare: l’attenzione sarà alta, così gli obiettivi come dichiarato da Lanza:“Già essere qui a giocarci due semifinali è un ottimo risultato, ma vogliamo puntare ancora più in alto, non ci dobbiamo fermare. Perché abbiamo la possibilità e la voglia di farlo. Dobbiamo distinguere bene le due manifestazioni e pensare ad affrontare un avversario alla volta. La Coppa è un obiettivo e giocare, all’interno di una semifinale scudetto che durerà un mese, altre due gare di alto livello lo vedo come una opportunità per tenere sempre alta la qualità di gioco”.

Lanza ha poi concentrato la sua attenzione su Zaytsev, parlando dei tutto il suo repertorio:“Ma lui è un talento nato. In tutto. Prima faceva l’alzatore, poi l’opposto, ora la banda. Credo sia uno di quei rari giocatori che sanno fare davvero di tutto. A me piace moltissimo da opposto perché ha una responsabilità ed una carica importante, ma vedo che viaggia su ottimi livelli anche in posto-4. Cercheremo, ovviamente, di metterlo in difficoltà”.La formazione di Trento in casa è un rullo compressore: nessuna sconfitta in questa stagione e nelle prossime sfide ben 3 su 5 saranno proprio sul campo dove sono tutt’ora imbattuti:“Quello che è successo in regular season però ora non conta più. Ci siamo guadagnati questa situazione con merito, ma i playoff sono un altro capitolo di questa stagione. Nei playoff l’unica partita che conta è la prossima, dobbiamo dimenticare subito quelle fatte bene o fatte male e pensare sempre alla successiva.” Trento-Perugia sarà anche una sfida tra amici visto che tanti giocatori delle due formazioni sono compagni di squadra in nazionale: “E’ un bene. Perché sarà un piacere affrontare tanti amici, così come è sempre bello rivedere giocatori che qui hanno fatto tantissimo come Birarelli, Bari e Della Lunga”

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •