Modena Volley, Radostin Stojcev è il nuovo allenatore

Pubblicato il autore: Marco Roberti

Stojcev con la presidentessa Catia Pedrini(fonte foto: pagina facebook Modena volley)

Era nell’aria da tempo e si aspettava solamente la conferma ufficiale: Radostin Stojcev è il nuovo allenatore dell’Azimut Modena. Torna a sedersi su una panchina italiana, il tecnico bulgaro, dopo le esperienze a Trento (2007-2013, 2014-2016). Molte voci si erano rincorse negli ultimi mesi, sin da quando Piazza se ne era andato via all’inizio di febbraio. La conferma di Lorenzo Tubertini (approdato a Vibo Valentia)  non è mai stata presa in seria considerazione con la società della presidentessa Catia Pedrini intenzionata ad acquistare un tecnico che potesse rilanciare Modena dopo una stagione sottotono.

Queste le prime parole rilasciate da Stojcev al sito ufficiale di Modena: “Ho accettato di venire qua a Modena per costruire un progetto che si estenda per più di un anno e più di una vittoria. Non sarà facile soprattutto ripetere le imprese passate, ma oggi comincia il nostro percorso che riguarda anche la nostra volontà di costruire qualcosa. Vogliamo avere più continuità nel nostro lavoro per integrare i giovani con i giocatori più esperti che portino entusiasmo e voglia.” I gialloblu non stanno tergiversando e già a maggio sono proiettati completamente verso la prossima stagione: Stojcev è infatti il secondo colpo dopo l’annuncio del ritorno di Bruno Rezende, una scelta quest’ultima apparentemente paradossale. Il palleggiatore brasiliano non è mai stato tenero con quello che diventerà a tutti gli effetti il suo nuovo tecnico. Bruninho qualche mese fa aveva posto il veto a un suo ritorno a Modena in concomitanza con l’arrivo di Stojcev, salvo poi ritrattare. Lo stesso Stojcev si è così espresso sul palleggiatore brasiliano: “Bruno non l’ho mai avuto da giocatore, l’ho solo visto giocare. Non commento le sue parole, ma sono curioso di allenarlo, perché mi piace moltissimo la sua voglia di entrare in campo per vincere”.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •