Volley Femminile, L’Italia torna grande, Cina battuta 3-1

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte

Dopo un’Olimpiade a dir poco disastrosa, la nazionale di Volley femminile, si è rilanciata alla grande. Infatti, nel World Gran Prix, equivalente della World League maschile, le ragazze allenate da mister Davide Mazzanti, si sono guadagnate la qualificazione alla finale delle final Six del prestigioso torneo. Il sestetto azzurro, ha battuto la Cina per 3-1 (18-25, 25-23, 25-22, 27-25). Le azzurre cedono il primo set alle asiatiche padroni di casa, ma trascinate da Cristina Chirichella e da Lucia Bosetti, capovolgono la situazione. Sottotono la prestazione, della 19enne italo – nigeriana, Paola Egonu, ma il tecnico azzurro, se non altro può fregiarsi di avere ritrovato, dapprima un gruppo compatto e poi le qualità tecniche delle giocatrici, smarritosi incredibilmente, lo scorso anno in Brasile, grazie ad alcune scelte tecniche, molto discutibili, del precedente commissario tecnico Marco Bonitta, che escluse dal torneo a “cinque cerchi” la schiacciatrice Valentina Diouf tramite sms. Bonitta aveva a disposizione un roster di giocatrici, da medaglia, ma le azzurre non passarono nemmeno la fase a gironi. Da qui la decisione della federazione, di puntare su Mazzanti, tecnico che a soli 41 anni, ha vinto con le squadre di club, italiane ed estere. L’avversario da affrontare in finale, però, non è certo morbido e si chiama Brasile, una delle nazionali più forti al Mondo.
Il progetto di crescita, del Volley femminile azzurro, però non intende arrestarsi, e comprende gli Europei, del prossimo settembre, e la riscossa olimpica, fra tre anni a Tokyo, e prima, l’assalto ai primi quattro posti del podio ai mondiali, per tornare a competere ad alto livello, come un tempo. Ebbene, questo è un ottimo inizio, per tornare a farlo, con una bella medaglia oro o argento che sia, e dopo dodici mesi da incubo, non è certo poca roba.
Cosimo Visconte

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •