Gran Champions Cup, L’Italia sconfitta dall’Iran nella prima giornata

Pubblicato il autore: Morgana Corti


Non è iniziata nel migliore dei modi l’avventura nel prestigioso torneo della Gran Champions Cup per l’Italia.
La Nazionale azzurra guidata da Chicco Blengini ha affrontato l’Iran nella prima giornata del girone ed ha subito una sconfitta al tie-break per 3-2 ( 19-25; 25-23; 26-28; 31-29; 11-15), la differenza sostanziale tra le due squadre in questa lunga partita sono stati i numerosi errori in battuta ed in attacco da parte degli azzurri : un totale di 42 errori, troppi se si vuole vincere. Nonostante questo i due migliori in campo sono state le due bande Oleg Antonv e Filippo Lanza, che hanno messo giù numerosi palloni e sono stati i punti di riferimento per uscire dai black-out italiani.
Domani mattina gli azzurri rientreranno in campo alle ore 5.40 italiane per la partita contro il Brasile, che nella giornata di oggi ha battuto la Francia per 3-0.

LA PARTITA – Per il match di stamattina invece Blengini ha schierato in campo il sestetto titolare: Giannelli in regia con opposto Luca Vettori, in banda Filippo Lanza e Oleg Antonov, al centro Daniele Mazzone e Matteo Piano, mentre ad alternarsi come liberi in difesa/ricezione Balaso e Colaci, mentre l’Iran ha schierato Maoruf-Gafhour, come martelli Ebadipour e Ghaemi, al centro Faezi e Mousavi infine come libero Heydari.
Il primo set è iniziato in salita per l’Italvolley che non è riuscita ad entrare in campo subendo in ricezione le battute degli avversari e sbagliando degli attacchi “semplici”; sul 12-11 per gli iraniani gli azzurri, dopo aver rimontato ben 5 punti, si sono nuovamente affossati permettendo agli avversari di allungare sul 18-14 per poi chiudere il primo parziale per 25-19 con un attacco di Ghaemi. Il secondo set inizialmente sembrava una fotocopia del primo, l’Italia è entrata nuovamente in campo con il freno a mano tirato, nonostante gli attacchi vincenti di Lanza e Antonov si è ritrovata a dover recuperare sul 12-9. Qui un time-out chiamato da Blengini sembra cambiare le sorti del set, sul 16-15 arriva per la prima volta nel parziale il vantaggio azzurro, ma sul 20-18, due errori in attacco e difesa permettono agli iraniani di rientrare in partita e solamente grazie ad un muro di Mazzone sul 25-23 l’Italia riesce a portarsi a casa il secondo set.
Nel terzo parziale si va avanti punto a punto, entrambe le squadre vogliono vincere, con l’Italia che riesce sempre ad allungare sull’Iran ma ogni volta viene recuperata a causa dei troppi errori commessi. La differenza sostanziale la fanno i centrali di Kolakovic nel finale di set, che attaccano e murano, riuscendo ad annullare ben tre match point agli italiani e a conquistare per 26-28 il terzo set.
Al rientro in campo nel quarto set l’Italia sembra essere più concentrata, riesce a tenere un vantaggio di 4 punti fino al 17 pari, quando nuovamente subiscono un black-out causato dagli attacchi di Gafhour e dal muro composto iraniano. Qui inizia una lotta punto a punto, fino alla vittoria italiana sul punteggio di 31-28.
Il tie-break invece l’equilibrio tra le due squadre dura fino al 3 pari, poi diventa a senso unico per la squadra iraniana che si aggiudica così la prima partita.

 

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •