Volley World League 2018. Davide Mazzanti: “Servirà un Mondiale speciale per essere tra le prime 6”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Volley World League 2018Sarà dura, anzi molto dura, la Volley World League 2018 secondo il coach della nazionale femminile Davide Mazzanti, che dopo aver assaporato la difficoltà dell’Europeo di categoria inizia a gettare le fondamenta per Giappone 2018, dove spera di portare le azzurre tra le prime 6. Cina, Turchia, Bulgaria, Canada e Cuba saranno le avversarie di Chirichella e compagne, tutte nazionali molto quotate e difficili da superare, sarà una vera e propria battaglia anche all’italiana, visto che il coach del Canada è l’ex Pomì Volley Abbondanza e quello della Turchia è Guidetti.

potrebbe interessarti ancheItalia-Serbia 1-3 (Video Highlights Mondiali Pallavolo femminile 2018): le azzurre subiscono il primo ko

“Possiamo proprio dire di essere capitati in un girone all’italiana. Detto questo, penso che non dobbiamo concentrarci troppo sulla pool, ma ragionare soprattutto in prospettiva del possibile accoppiamento con il girone C nella seconda fase. Questo significa che per qualificarci al terzo round dovremmo molto probabilmente metterci alle spalle un formazione tra Cina, Stati Uniti e Russia. Per riuscirci sarà necessario un percorso molto importante sia nel primo che nel secondo girone: oltre a vincere uno scontro diretto, nessuno potrà permettersi di lasciare punti per strada. Servirà un Mondiale speciale per entrare tra le prime sei. Parlando della prima fase, la maggior parte delle avversarie gioca una pallavolo simile alla nostra, puntando forte sulla velocità, eccezion fatta per Cuba e un po’ per la Bulgaria. Quest’ultime due hanno un gioco più fisico e sfruttano meno le combinazioni. A livello di adattamento non penso avremo problemi, mentre nella seconda fase magari troveremo squadre con altre caratteristiche. Contro Turchia e Canada, essendo allenate da due grandi tecnici italiani, mi aspetto due partite toste e molto difficili dal punto di vista tattico”. “Anche se al Mondiale manca ancora molto tempo non vedo l’ora di ricominciare. In questi mesi io e il mio staff siamo impegnati a migliorare tutto il nostro sistema e per fare questo stiamo studiando una metodologia di lavoro leggermente diversa, sia per la nazionale che per il Club Italia. Sono convinto che modificando alcuni aspetti, potremo esaltare ancora di più le qualità delle nostre atlete”. (Intervista riportata dal sito www.ivolleymagazine.it).

potrebbe interessarti ancheItalia-Serbia streaming RaiPlay e diretta tv, Mondiali pallavolo femminili oggi dalle ore 9.00

Avversarie di tutto rispetto e temibili che però Mazzanti e la federazione italiana cercheranno di superare grazie a un progetto in atto anche con Club Italia. Noi tutti tifosi del volley speriamo che Chirichella e compagne possano superare Cina e Turchia, che sulla carta sono le avversarie più forti, in modo da potersi giocare una dei podi in palio.

notizie sul temaMondiale pallavolo femminile. I commenti delle protagoniste dopo la vittoria col GiapponeItalia in semifinale ai Mondiali volley femminili. Davide Mazzanti: “Non ho più l’età”Italia-Giappone 3-2 (Video Highlights Mondiali Pallavolo femminili): azzurre in semifinale, 10.a vittoria di fila
  •   
  •  
  •  
  •