Davide Mazzanti dalla Lardini: “Dopo metà stagione mi sono fatto un’idea abbastanza chiara”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Davide MazzantiIniziano le visite del commissario tecnico azzurro Davide Mazzanti in virtù dei mondiali di Giappone 2018 e al PalaBaldinelli il tecnico ha iniziato a scrutare le pallavoliste della Lardini del nuovo coach Giuseppe Nica:

potrebbe interessarti anchePallavolo femminile serie A1, programma 5.a giornata oggi 14 novembre

“Ho aspettato la fine del girone di andata per iniziare questo percorso perché in questo periodo con i miei collaboratori ho esaminato molto tutti i club che vado a trovare, così da potermi confrontare con gli allenatori e farmi un’idea delle giocatrici italiane. Mi sono accorto che sto studiando tanto, è la fortuna di non avere un doppio incarico. A fine gennaio comunicherò alle società il programma estivo: la seniores sarà allargata a 18 atlete e lavorerà in parallelo con il gruppo che ho chiamato 2020 in previsione dell’Olimpiade di Tokyo, che sarà formato dalle juniores e da quelle atlete che stanno nella fascia di età tra juniores e seniores. Dopo metà stagione mi sono fatto un’idea abbastanza chiara, poi come sempre è il gioco a comandare. Ci sono alcune atlete che mi stanno sorprendendo, ma occorre sempre tenere gli occhi aperti su tutto quello che avviene sia in A1 che in A2”.

potrebbe interessarti ancheVolley, qualificazioni Olimpiadi 2020: l’Italia potrebbe organizzare i tornei in casa

Per alcune atlete sarà un’occasione unica per mettersi sotto i riflettori e aspirare a un posto per i mondiali. Ci sono diverse atlete che il coach azzurro ha nel taccuino e che quindi dovranno ben figurare in questa seconda parte del campionato e soprattutto in allenamento, perché sarà proprio il confronto con i vari allenatori delle società di serie A1 che farà avere le idee chiare a Mazzanti su come amalgamare per bene un gruppo che dovrà affrontare nel girone mondiale alcune delle squadre favorite alla vittoria finale. Diversi amanti della pallavolo auspicano un ritorno in nazionale della moglie del coach Serena Ortolani, che sta vivendo una seconda giovinezza a Monza, ma non sarebbero sgradite neanche le convocazioni di Degradi e Mingardi.

notizie sul temaCampionato pallavolo femminile serie A1, un torneo che dopo quattro giornate si prospetta equilibratoCampionato pallavolo femminile A1, i risultati della 4.a giornataMilano vs Monza 2 – 3: il derby è brianzolo
  •   
  •  
  •  
  •