Superlega volley, Perugia-Ravenna 3-1: cronaca e tabellino

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Benvenuti nei playoff scudetto dove tutto si azzera e dove ogni partita è lotta serrata. Lo prova sulla propria pelle la Sir Safety Conad Perugia che vince in rimonta, dopo un match estremamente combattuto e difficile, contro la Bunge Ravenna in gara 1 dei quarti di finale portandosi avanti nella serie. Domenica 18 marzo a Ravenna gara 2 con i Block Devils che proveranno a chiudere la serie ed accedere alla semifinale. Sabato sera di emozioni per il pubblico del PalaEvangelisti con i Sirmaniaci che accolgono i propri beniamini con lo striscione “Noi custodi di sogni… Voi avete le chiavi”. Emozioni che non ha palesato la Bunge, tutt’altra formazione rispetto a sei giorni fa e capace di esprimere un gioco concreto ed efficace con Marechal e Buchegger finalizzatori del lavoro della squadra. I Block Devils, senza Russell (nemmeno a referto) ed inizialmente senza Atanasijevic (non in perfette condizioni e sostituito da Andric), faticano ad entrare in ritmo soffrendo soprattutto il servizio ospite (alla fine 11 gli ace dei romagnoli). Dal secondo set stringe i denti Atanasijevic e proprio il fenomeno serbo è decisivo, al pari di un super Colaci, nel rimontone del secondo set (dal 22-24 al 26-24). Nel terzo, chiuso ancora ai vantaggio, il protagonista finale è Zaytsev (attacco vincente del 27-26 e muro vincente del 28-26), poi nel quarto i bianconeri si tolgono di dosso la tensione fino al diagonale ancora di Atanasijevic che fa esplodere il PalaEvangelisti. Le grandi squadre sanno fare anche questo, trovano il guizzo vincente anche in una giornata complicata. E Perugia stasera ha vinto da grande squadra, tirandosi su le maniche, sporcandosi e non poco le mani, sopportando le difficoltà, restando unita nei momenti complicati. Non sarà stata la miglior Sir, ma è la Sir che serve in questi playoff, a livello di testa e di cuore. Detto di un Colaci strepitoso in seconda linea, è Atanasijevic il miglior realizzatore bianconero con 17 punti (ed il 57% in attacco). Zaytsev ne mette 15 (col 55%), positivo Anzani in primo tempo (10 punti, 67%) e Podrascanin a muro (5 i punti del centrale serbo nel fondamentale, 13 i totali di squadra).È proprio la squadra a vincere stasera ed è una vittoria importantissima in una serie 2 su 3. Domattina si vola subito in Turchia perché martedì partono i playoff di Champions contro l’HalkBank Ankara. Altro esame duro per i Block Devils chiamati ancora a stringersi insieme per un’altra prova di carattere e maturità.

Perugia-Ravenna, il match

Qualche modifica al via per Bernardi con Andric (per Atanasijevic) e Berger (per Russell nemmeno a referto) nei sette di partenza. Parte forte Ravenna con Buchegger e Poglajen (0-3). +4 per la Bunge con l’ace di Buchegger (2-6). Altro ace, con la fattiva collaborazione del nastro, per Poglajen (3-8). Gli ospiti mantengono cinque lunghezze di vantaggio con il colpo vincente ancora dell’opposto austriaco (10-15). Perugia prova a scuotersi partendo dal servizio e si riporta a -2 (15-17). Marechal è l’uomo in più della Bunge (15-19). Fuori l’attacco di Andric (19-23). Ancora Marechal a segno e set point Bunge (19-24). Chiude un primo tempo di Georgiev (20-25).

Mette Atanasijevic in avvio di secondo set Bernardi. Proprio l’opposto serbo firma il 3-3. +2 Ravenna con il muro di Georgiev (4-6). Ravenna gioca bene e con Marechal allunga (5-8). Ancora il francese dai nove metri (6-10) e timeout Bernardi. Il tocco di seconda di De Cecco dimezza (10-12), la doppietta in attacco di Anzani riporta Perugia in parità (12-12). Nuovo break di Ravenna ancora con Marechal grande protagonista (15-18). I Block Devils, di carattere, tornano in parità con il muro di Podrascanin (21-21). Fuori Zaytsev, nuovo +2 Bunge (21-23). Si riscatta subito lo Zar (22-23). Marechal va a bersaglio e sono due set point per gli ospiti (22-24). Atanasijevic annulla il primo (23-24). Vola Colaci in difesa ed ancora Atanasijevic porta il set ai vantaggi (24-24). Missile di Zaytsev dai nove metri con Berger che capitalizza (25-24). Altro volo di Colaci ed Atanasijevic fa esplodere il PalaEvangelisti (26-24).

Si riparte nel terzo set con Ravenna sempre sul pezzo (4-4). Ace di Poglajen e vantaggio ospite (6-7). Fuori Buchegger ed il vantaggio stavolta è bianconero (10-9). Nuovo capovolgimento di fronte dopo l’errore di Zaytsev e l’ace di Buchegger (12-14). Timeout per Bernardi. I padroni di casa si scuotono e piazzano un break di 6-1 con il muro di Podrascanin che porta i suoi a +3 (18-15). Ravenna non molla di un centimetro e si riporta a contatto con l’ace di Orduna (20-19). Marechal pareggia (20-20). Vantaggio ospite con Buchegger (20-21). Berger usa il muro avversario (21-21). In rete il servizio di Podrascanin (21-22). Ace di Marechal (21-23). Anzani-Berger e Perugia pareggia (23-23). Punto di Buchegger e set point Bunge (23-24). Berger chiude sotto rete ed allunga ancora ai vantaggi (24-24). Poglajen chiude il pallonetto (24-25). Out il servizio di Buchegger (25-25). Zaytsev è il più veloce sotto rete, set point Perugia (26-25). Entra Della Lunga al servizio ma tira out (26-26). Maniout dello Zar (27-26). È ancora Zaytsev a stampare Buchegger e Perugia è avanti (28-26).

L’ace di Buchegger dà il vantaggio agli ospiti in avvio di quarto set (3-4). Ace anche per Berger che capovolge (5-4). Ennesima difesa di Colaci con Atanasijevic che chiude il contrattacco (9-7), poi Berger inchioda a muro Marechal (10-7). Anzani va a segno in primo tempo per il 15-11 Sir. +7 Perugia con la premiata ditta Zaytsev-Atanasijevic (19-12). Lo Zar spacca il pallone in pipe ed al servizio (22-14). In rete Marechal, nove match point Perugia (24-15). La chiude al quarto Atanasijevic (25-19).

potrebbe interessarti ancheSupercoppa Pallavolo 2018, streaming e diretta tv dei match: dove vedere semifinali e finale

Perugia-Ravenna, i commenti di Podrascanin e Soli

Marko Podrascanin (Sir Safety Conad Perugia): “Sono molto contento di questa vittoria soprattutto perché non eravamo al completo. Non è stata la nostra miglior giornata, ma stasera l’importante era vincere e portarsi avanti nella serie. Brava la squadra a restare sempre in partita nei concitati finali di secondo e terzo set. Domenica in casa loro andiamo per chiudere la serie”.

Fabio Soli (Bunge Ravenna): “Sono molto contento e soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi. Abbiamo giocato alla pari con una squadra con cui sei giorni fa avevamo perso nettamente e credo che siano state molte di più le occasioni sfruttate che quelle non sfruttate. Poi è chiaro che c’è rammarico per il secondo set non chiuso quando eravamo in vantaggio, ma bisogna essere contenti di una partita come quella di stasera. Abbiamo dimostrato di poter onorare il posto che ci siamo guadagnati con tanta fatica in questi playoff e siamo consapevoli che qualcosina si può fare ancora meglio”.

Perugia-Ravenna, il tabellino

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BUNGE RAVENNA 3-1

Parziali: 20-25, 26-24, 28-26, 25-19

potrebbe interessarti anchePallavolo Supercoppa 2018, curiosità e novità della kermesse di Perugia

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Andric 3, Podrascanin 10, Anzani 10, Zaytsev 15, Berger 11, Colaci (libero), Della Lunga, Shaw, Atanasijevic 17. N.e.: Ricci, Cesarini, Siirila. All. Bernardi, vice all Fontana.

BUNGE RAVENNA: Orduna 2, Buchegger 20, Diamantini 3, Georgiev 6, Poglajen 9, Marechal 25, Goi (libero), Raffaelli 1, Pistolesi, Gutierrez, Vitelli 1. N.e.: Mazzone, Marchini. All. Soli, vice all. Parisi.

Arbitri: Alessandro Tanasi – Marco Zavater

LE CIFRE – PERUGIA: 18 b.s., 3 ace, 42% ric. pos., 16% ric. prf., 54% att., 13 muri. RAVENNA: 19 b.s., 11 ace, 44% ric. pos., 19% ric. prf., 46% att., 3 muri.

notizie sul temaMondiale per Club Volley, missione in Polonia per Civitanova e TrentoVolley Superlega, ecco come sarà il Pala Barton la casa della Sir Safety PerugiaVolley Superlega, Perugia-Siena primo test match per i Block Devils
  •   
  •  
  •  
  •