Finale Volley Serie A1 femminile. Cristina Chirichella: “Sono tranquilla, so gestire lo stress”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui


La finale di volley femminile tra Coneglaino e Novara vede tra le tante protagoniste la capitana azzurra Cristina Chirichella che a soli 24 anni è diventanta la pallavolista simbolo del volley femminile e della sua squadra di club, il Novara che ha recentemente vinto per 3 a 0 il primo match per l’assegnazione dellos cudetto 2017/2018. La bella Cristina spiega ai microfoni di VelvetBody i sacrifici che si devono fare fin da giovanissime (ora la capitana azzurra ha 24 anni) per poter raggiungere i massimi livelli, arrivando a raccontare chi è Chirichella fuori dal campo di gioco. Ma come è iniziato l’idillo tra Cristina e la pallavolo? La pallavolista spiega che all’inizio non c’era questo grande amore, che però è poi nato nel tempo: “Sì, dal Club Italia ho cominciato ad avere un approccio diverso con la pallavolo. A Napoli era davvero solo un divertimento con le amiche ma a Roma è diventato qualcosa di più impegnativo. Occupava più tempo e ho capito capito che poteva essere qualcosa di importante per la mia vita. È stato un innamoramento graduale, non netto. Oggi la pallavolo è ancora un gioco, mi diverto molto con la pallavolo! Probabilmente sennò lo non farei, non ci riuscirei allo stesso modo. Però al tempo stesso so che è parte integrante della mia vita e che è anche un lavoro.”

Andando a domande più personali riguardo al rapporto con il proprio corpo, Chirichella risponde: “Adesso bene, mi sento a mio agio. Non mi crea difficoltà, da piccola però il discorso era molto diverso. Sin dalle elementari sono sempre stata la più alta, tutti mi guardavano come la vatussa della situazione. All’epoca ne soffrivo, poi crescendo ho capito che è un elemento importante della mia vita e del mio sport e l’ho accettato. Per quanto riguarda la dieta che oggi devo seguire posso concedermi qualche sgarro. Ovviamente mi devo tenere in forma quindi cerco di farlo il meno possibile. Noi atlete siamo seguite da una nutrizionista della società ma è tutto molto facoltativo. Chi ha un’alimentazione corretta può regolarsi da sola, così spesso ci autogestiamo e prima di tutto cerchiamo di non mangiare le cose più grasse del mondo.”

potrebbe interessarti ancheOfelia Malinov vs Alessia Orro: chi più adatta per il mondiale?

Per raggiungere alti livelli c’è bisogno di un allenamento adeguato“Credo siano fondamentali i pesi per la prevenzione dei dolori alle articolazioni, visto che saltiamo tantissimo tutti i giorni. Mi trovo bene combinando sala pesa e palestra nella giusta proporzione, mi permette di tenere bene i ritmi. Poi dipende anche dai periodi della stagione: in alcuni si lavora di più, in altri si gioca. C’è il momento in cui è bene scaricare, anche per trovare la concentrazione necessaria per la partita.”

Cristina Chirichella: “È un periodo importante che richiede tante energie”

Per quanto riguarda la gestione dello stress psico fisico la pallavolsita spiega che la cosa migliore è non pensarci troppo“È un periodo importante che richiede tante energie. Bisogna riposarsi bene e convogliare tutte le forze. Prima della finale scudetto abbiamo avuto una settimana di stop perché abbiamo finito prima le semifinali. Vincere subito dopo 3 gare ci ha permesso di avere più tempo per respirare e per ricaricarci, così ci siamo preparate per la parte finale della stagione. Un attimo tranquillo fa sempre bene, poi serve giocare per trovare il ritmo della partita e l’allenamento per perfezionare ogni dettaglio. Gestisco abbastanza bene sia lo stress che la tensione. Di solito cerco di restare il più tranquilla possibile senza pensare se è una finale o qualcos’altro. Durante il riscaldamento comincio a focalizzarmi su quello che devo fare, sullo studio fatto per la singola gara. Questo graduale avvicinamento mi rende più tranquilla, non pensarci con troppo anticipo mi aiuta.”

potrebbe interessarti ancheVolley femminile A2, Orvieto pronta a iniziare la stagione

 

notizie sul temaVolley femminile A2, novità nel direttivo delle S.lle Ramonda-Ipag Montecchio MaggioreVolley femminile A1, definito lo staff tecnico di ConeglianoMercato Volley femminile , arrivato l’ultimo tassello per Montecchio Maggiore
  •   
  •  
  •  
  •