Francesca Piccinini apre uno scontro generazionale: “Le ragazze sono cambiate tanto”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
NANJING, CHINA - AUGUST 06: #5 Ofelia Malinov, #6 Moncia De Gennaro, #7 Raphaela Folie, #9 Caterina Bosetti and team mates of Italy celebrate a point during the final match between Brazil and Italy during 2017 Nanjing FIVB World Grand Prix Finals on August 6, 2017 in Nanjing, China. (Photo by Zhong Zhi/Getty Images)

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

L’icona del volley femminile, Francesca Piccinini, apre un vero e proprio scontro generazionale scagliandosi contro le nuove leve del volley attraverso un post scritto sul suo profilo facebook dove spiega come sono cambaite le cose all’interno delle nuove squadre di pallavolo femminile:

“In questi vent’anni di pallavolo ho attraversato quattro generazioni di atlete, ero la più piccola dello spogliatoio, e ora sono la senatrice del gruppo, e le ragazze sono cambiate tanto rispetto a quando ho iniziato io a giocare”. Ho giocato con molte ragazze brave e umili. Ma spesso altre entrano in una squadra credendo che tutto gli sia dovuto, non hanno rispetto di chi è più esperto e ha una storia. Hanno la lingua lunga e il cellulare ultimo modello sempre sotto gli occhi. A 18 anni rispondono a muso duro a quelli di 40, io quando ne avevo 18 ascoltavo e sapevo stare al mio posto. Io capisco la voglia di essere giovani e sfrontati, ma bisogna avere rispetto. Soprattutto quando non hai ancora vinto niente nella vita. E comunque il rispetto serve anche se hai avuto successo”.

Il rispetto è la cosa che manca alle nuove pallavoliste, cosa che non si vede solo nel volley ma un po’ in tutti gli sport, dove non si vede più l’umiltà del nuovo sportivo am la sfrontatezza e il non rispetto di coloro che ne sanno di più e che hanno scritto la storia di quella squadra o anche dello sport praticato. L’audacia è un fattore giovanile, ma un conto è essere audaci e passionali e altra cosa è essere maleducati. Ascoltare i più anziani e i senatori del gruppo indica infatti l’avere rispetto verso la squadra che li ha accolti e verso i colori e il pubblico della società, cosa che spesso oggigiorno non si vede. La pallavolo, anzi, nonostante la sfogo di Francesca Piccini, può essere ancora un’oasi felice, cosa che senza dubbio non si vede più nel calcio, dove anche giovanissimi, pagati fior di milioni, si mostrano spavaldi e per niente umili, pronti a ribattere le decisioni dell’allenatore e a battibeccare con il pubblico.

potrebbe interessarti ancheVolley femminile A2, arrivato l’ultimo tassello per Orvieto

Francesca Piccinini: “Non è solo un discorso legato alla pallavolo”

La pallavolsita in forza alla Igor Gorgonzola infatti ci tiene a precisare che il problema è della generazione intera, e non della pallavolo. Naturalmente anche il volley ne rimane implicato: “Purtroppo il mondo va così, non è solo un discorso legato alla pallavolo. Oggi tutto è dovuto, si vuole tutto e subito. Per me è un mondo un po’ triste. Molti pensano che basti partecipare a un reality per arrivare. Per carità nulla in contrario ai reality:  puoi cantare, esibirti, però non sono un mezzo per coltivare le ambizioni. Sembra che tutto sia facile e alla fine che cosa prendi e che cosa ti rimane?”

potrebbe interessarti ancheOfelia Malinov vs Alessia Orro: chi più adatta per il mondiale?

Francesca Piccinini: “Voglio giocare ancora e spero di farlo a Novara”

Intervistata da Attilio Mercalli per il Corriere di Novara Francesca Piccinini spiega come non ha alcuna intenzioen di smettere di giocare a pallavolo, anzi spera di conquistare lo scudetto e riabbracciare il pubblico di novara anche l’anno prossimo:

“Certo questo è sicuro. Voglio giocare ancora perché sto bene fisicamente, mi diverto, perché mi sento di farlo con il solito impegno al 100% e quindi spero di poterlo fare qui a Novara. Vorrei continuare a dare ancora il mio contributo a questa Società, la Igor, che è diventata grande ed ha imparato a vincere. E io voglio continuare a vincere”. 

notizie sul temaVolley femminile A2, Orvieto pronta a iniziare la stagioneVolley femminile A2, novità nel direttivo delle S.lle Ramonda-Ipag Montecchio MaggioreVolley femminile A1, definito lo staff tecnico di Conegliano
  •   
  •  
  •  
  •