Play Off Superlega, Trento e Modena impattano la serie: cronaca e tabellini

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Non trova la sorpresa sperata nell’uovo di Pasqua la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils cadono al tie break in gara 2 alla BLM Group Arena di Trento con i padroni di casa che rimettono in equilibrio la serie di semifinale scudetto. Il terzo atto si gioca sabato 7 al PalaEvangelisti alle ore 20:30, mentre mercoledì sera alle ore 20:30 spazio alla Champions con l’andata dei Playoff 6 contro i russi del Lokomotiv Novosibirsk. I campioni d’Italia della Lube Civitanova cedono invece in quattro set all’Azimut Modena e vedono dunque la situazione nella serie tornare in perfetta parità sull’1-1, dopo la vittoria al tie break di mercoledì scorso all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, che domenica prossima alle 18.00 ospiterà Gara 3

Play Off Superlega, Trento-Perugia: il match

Formazione consueta per Bernardi con Berger in diagonale con Zaytsev. Vantaggio Trento con il punto di Eder (4-3). Muro di Anzani ed ace di Berger che capovolgono (5-6). +3 Perugia con la pipe di Berger ed il muro di Podrascanin (6-9). Altro break con il contrattacco di Zaytsev (7-11). Torna sotto Trento con Kovacevic protagonista (12-14). L’ace di Atanasijevic riporta i suoi a +4 (12-16). È sempre Kovacevic di là a suonare la carica (14-16), poi due muri di Berger ed Anzani (14-18). È fallosa la Diatec e Perugia scappa (16-22). I padroni di casa non mollano e dimezzano le distanze con il solito Kovacevic (20-23). Il muro di Atanasijevic porta i Block Devils al set point (20-24). I padroni di casa annullano tutti e quattro i set point e portano il parziale ai vantaggi (24-24). Sempre Kovacevic a segno e stavolta set point Diatec (25-24). Ace di Kozamernik (26-24).

Si riparte e c’è Russell in campo per Berger. Parte bene Perugia e proprio con Russell mette a terra il pallone del 2-5. Altri due per i Block Devils con l’ace di Atanasijevic (2-7). Due muri consecutivi dei bianconeri (2-9). Primo tempo di Anzani ed ancora ace di Atanasijevic (2-11). Zaytsev buca il muro trentino e mantiene inalterate le distanze (7-16). Ace di Podrascanin (8-18). Altro ace, stavolta di Atanasijevic e poi primo tempo di Anzani (10-22). È sempre Atanasijevic ad andare a segno ed a mandare Perugia al set point (12-24). Errore di Giannelli dai nove metri. Uno pari (13-25).

È di Russell il primo break del terzo set (1-3). Muro tetto di Zaytsev (4-7). Non passa il primo tempo di Eder (5-9). Vincente la diagonale di Atanasijevic (7-12). Ancora punto Perugia con il maniout di Zaytsev (9-15). Accorcia Trento con Hoag (11-15). I padroni di casa si riportano a -2 dopo i quattro tocchi fischiati nella metà campo bianconera (15-17). Riparte la Sir con due in fila di Atanasijevic e con l’ace di Podrascanin (16-21). In rete il primo tempo di Zingel, è set point Sir (18-24). Chiude lo Zar e manda avanti i suoi (19-25).

potrebbe interessarti ancheLega Pallavolo, le squadre iscritte in Superlega e Serie A2

Subito 2-0 Trento al via del quarto set. Punti per Vettori e Kovacevic (5-1). Ancora Vettori (7-2). Perugia accorcia con lo smash di Zaytsev (7-4). Fuori Vettori (8-6) che però si riscatta con due attacchi in fila (10-6). I padroni di casa scappano con il muro di Kozamernik (14-9). Muro di Anzani, poi maniout di Zaytsev e poi ace di Russell (16-15). Riparte Trento con Vettori e Kozamernik (19-15). Zaytsev si carica la squadra sulle spalle e la riporta a -1 (21-20). Atanasijevic gioca il maniout ed è parità (22-22). E terra l’attacco di Vettori (23-22). Punto di Kovacevic (24-22) e set point Diatec. Muro di Anzani (24-23). Chiude Kovacevic (25-23).

Avvio equilibrato con Kovacevic che firma il 4-3. Break di Trento con Vettori e l’ace di Kozamernik (6-3). Altri due per i padroni di casa (8-3). C’è solo la Diatec in questo momento (10-4). Perugia non riesce a ricucire il gap e Lanza pareggia la serie (15-10).

Play Off Superlega, Modena-Civitanova: il match

Squadre in campo con gli stessi sestetti di Gara 1: nelle fila dei campioni d’Italia, confermati Kovar in posto 4 con Juantorena, e Stankovic al centro in diagonale con Candellaro.

Il parziale d’apertura si gioca in equilibrio fino a quota 8, poi è il servizio a regalare il primo gap ai padroni di casa, avanti prima 11-8 e poi 13-9 con i rispettivi ace di Ngapeth e Mazzone. Dall’altra parte una Lube che dai nove metri riesce a pungere solo con Juantorena, ma soprattutto (dopo il 100% di Kovar in avvio, 4 palloni a segno su 4) si inceppa sul più bello anche in attacco. Dove Christenson, costretto spesso a percorrere molti metri per far sua la seconda palla, perde presto l’opzione Sokolov (sostituito nel finale da Casadei), murato per due volte consecutive (21-15) sul terzo turno al servizio di Mazzone, che dopo un blocco vincente di Holt su Juantorena scrive anche il momentaneo 23-15 con il suo secondo ace personale. Finisce 25-16, con l’Azimut che registra nel proprio tabellino un ottimo 75% di positività in attacco (58% per i biancorossi) e 4 muri vincenti.

Non cambia il trend nel secondo set, in cui Modena conduce costantemente con tre lunghezze di vantaggio fino al 20, quando i biancorossi riescono prima ad accorciare le distanze con un primo tempo out di Mazzone (19-20), e poi a trovare addirittura il vantaggio sul turno al servizio di Sokolov, autore prima del contrattacco vincente che vale la parità sul 23-23, e poi dell’ace che regala ai vice campioni del mondo anche il set point (24-23). L’Azimut, che continua ad attaccare sulle stesse percentuali del parziale d’apertura (73% contro il pur buonissimo 62% della Lube, che però commette ben 8 errori dai nove metri: da una parte gran protagonista Earvin Ngapeth e Urnaut, autori rispettivamente di 8 punti con l’82% e 6 punti col 75%, dall’altra Sokolov con 8 punti e 64%, e Stankovic col 100% di positività sui primi tempi), annulla subito la chance dei marchigiani, aprendo le porte ad un finale di set ricco di tensione e proteste da una parte e dall’altra, con un cartellino rosso per parte e il video check protagonista a più riprese. Finisce 29-27 per Modena dopo un attacco out di Kovar, sul quale la squadra di Medei, che non ha più video check a sua disposizione, protesta invano richiedendo il tocco del muro avversario.

potrebbe interessarti ancheVolley, Champions League e Coppa CEV: le italiani impegnate nel 2018/19

E le emozioni continuano anche nel terzo set, sul filo di quello precedente. Ma stavolta è la Cucine Lube Civitanova a trovare la zampata vincente, piazzando un parziale a suo favore di 6-1: sotto 19-21 dopo due ace consecutivi di Ngapeth, tornano a mettere il muso davanti con due muri di fila di Stankovic, quindi arrivano al 25-22 finale sul turno in battuta di Christenson, che consente a Juantorena (7 punti, 75%) di contrattaccare di prima intenzione per il break decisivo.

Gara riaperta, dunque, ma ancora per poco. Il quarto set, infatti, per lunghi tratti è un monologo dei padroni casa, ma si ravviva comunque nel finale, quando la squadra di Medei risale dal -6 fino al 23-24, dopo un errore in attacco di Urnaut e il successivo contrattacco vincente di Sander, subentrato a Kovar. Nell’azione successiva chiude però Holt, sul 25-23.

Play Off Superlega, i risultati

  • Diatec Trentino-Sir Safety Conad Perugia 3-2 (26-24, 13-25, 19-25, 25-23, 15-10);
  • Azimut Modena-Cucine Lube Civitanova 3-1 (25-16, 29-27, 22-25, 25-23)

Play Off Superlega, il prossimo turno

  • Sir Safety Conad Perugia-Diatec Trentino 07/04/2018 ore 18:00
  • Cucine Lube Civitanova-Azimut Modena 08/04/2018 Ore: 18.00

Play Off Superlega, i tabellini

Azimut Modena – Cucine Lube Civitanova 3-1 (25-16, 29-27, 22-25, 25-23)Azimut Modena: Mossa De Rezende 2, Ngapeth E. 24, Mazzone 6, Sabbi 14, Urnaut 19, Holt 7, Tosi (L), Rossini (L), Argenta 0, Bossi 0. N.E. Van Garderen, Ngapeth S., Penchev, Pinali. All. Stoytchev. Cucine Lube Civitanova: Christenson 3, Juantorena 15, Stankovic 9, Sokolov 17, Kovar 7, Candellaro 7, Marchisio (L), Zhukouski 0, Casadei 0, Grebennikov (L), Sander 3, Cester 1. N.E. Milan. All. Medei. ARBITRI: Cesare, Gnani. NOTE – durata set: 23′, 38′, 28′, 29′; tot: 118′.

Diatec Trentino – Sir Safety Conad Perugia 3-2 (26-24, 13-25, 19-25, 25-23, 15-10) – Diatec Trentino: Giannelli 1, Kovacevic 19, Carbonera 5, Vettori 20, Lanza 10, Kozamernik 6, Chiappa (L), De Pandis (L), Hoag 4, Zingel 2. N.E. Boninfante, Teppan, Cavuto, Partenio. All. Lorenzetti. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 1, Zaytsev 12, Podrascanin 7, Atanasijevic 18, Berger 3, Anzani 13, Cesarini (L), Russell 13, Colaci (L), Shaw 0, Della Lunga 0. N.E. Andric, Siirila, Ricci. All. Bernardi. ARBITRI: Simbari, Boris. NOTE – durata set: 32′, 23′, 27′, 34′, 16′; tot: 132′.

notizie sul temaTsvetan Sokolov promette battaglia: “Puntate su questa Lube”Nuova rivoluzione in casa Diatec TrentinoVolley Mercato, la Sir Safety Perugia ingaggia Sjoerd Hoogendoorn
  •   
  •  
  •  
  •