CEV Champions League, Perugia-Zaksa 3-2: Block Devils sul podio d’Europa

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Era giusto così! Non ce ne vogliano Andrea Gardini ed il suo Zaksa, autori tra l’altro di una prestazione di ottimo livello, ma per i Block Devils la degna conclusione di una stagione irripetibile, con il “triplete” Supecoppa-Coppa Italia-Scudetto, non poteva che essere questa! La Sir Colussi Sicoma Perugia sconfigge al tie break i polacchi del Kedzierziyn-Kozle nella finale per il terzo posto della Champions League, chiude la propria stagione con l’ennesima vittoria e conquista un bronzo europeo che, sommato ai tre ori italiani, porta a quattro il numero delle medaglie di un anno che definire storico e meraviglioso è quasi riduttivo. Il match di oggi pomeriggio alla Basket Hall di Kazan (quasi quattromila gli spettatori presenti) ha ancora una volta portato in luce il carattere e la voglia di vincere di questa fantastica squadra e del proprio allenatore. La giornata da un punto di vista tecnico non era certamente quella della miglior Perugia, ma il cuore di questo gruppo ha saputo ancora capovolgere tutto fino alla festa finale dei ragazzi in campo e dei quaranta Sirmaniaci sugli spalti. Si potrebbe parlare dei 24 punti di Atanasijevic, dei 5 muri vincenti di un super Anzani, di Podrascanin, Russell, Zaytsev e di un Colaci ancora una volta decisivo in seconda linea. E poi di Berger, Shaw, Ricci e tutti gli altri. E di Bernardi condottiero fiero e trascinante, e del suo staff. Si potrebbe parlare anche delle due ore e passa di partita. Si potrebbe… ma oggi che cala il sipario sull’anno sportivo dei nostri ragazzi (e, visto come sono andate le cose, è un peccato davvero che sia proprio finita) il pensiero va a tutte le emozioni che custodiremo gelosamente nel nostro cuore, a tutte le volte che abbiamo esultato per un punto dei nostri campioni, a tutte le palpitazioni nelle finali disputate, a tutti i sorrisi, gli abbracci ed i baci che si siamo scambiati dopo aver sollevato uno dei nostri tre trofei. Oggi il pensiero va alla società nessuno escluso, al nostro unico presidente Gino Sirci (che una decina di anni fa, in serie B, aveva già previsto tutto). E poi il nostro pensiero va a Cisco, Bino, Goran e tutto lo staff che ogni giorno ed ogni ora è stato a fianco della squadra. Ognuno ha portato il suo mattoncino, ognuno si merita un grazie grande così. Domani si torna a casa, poi il quasi immediato “rompete le righe” perché l’estate internazionale già incombe e molti dei nostri ragazzi devono andare a difendere i colori della propria nazione. Ci sarà l’estate, il mercato, alcuni giocatori arriveranno ed altri giocoforza se ne andranno. Ma noi, tutti noi, questo gruppo non ce lo dimenticheremo mai!

Perugia-Zaksa, il match

PRIMO SET – Consueti sette al via per Bernardi. L’avvio migliore è decisamente dello Zaksa con Perugia che fatica in attacco (5-1). Ace di Bieniek e +5 per i polacchi (7-2). Torres mantiene inalterate le distanze (10-5). Ancora un ace, stavolta di Szymura (13-7). Continua la serie dello schiacciatore polacco (15-7). Due di Russell (attacco ed ace) accorciano (16-10). Altro break per i Block Devils con Zaytsev, poi errore di Wisniewski (17-13). Il muro di Torres fa ripartire lo Zaksa (20-14). Perugia è troppo discontinua ed i polacchi scappano di nuovo (22-14). La pipe di Deroo porta lo Zaksa al set point (24-16). L’errore al servizio di Atanasijevic chiude un set sempre in mano agli avversari (25-17).

SECONDO SET –Si scuotono i Block Devils nelle fasi iniziali del secondo set con il muro di Anzani (1-3). Grande alzata di De Cecco in bagher e gran palla di Zaytsev in attacco (2-4). Sempre +2 Sir Colussi Sicoma grazie alla diagonale stretta di Atanasijevic (6-8), poi ancora l’opposto serbo a bersaglio nell’azione successiva (6-9). Fuori l’attacco di Wisniewski (9-13). Torres dimezza le distanze (13-15), poi Szymura riporta le due squadre a contatto (14-15). Russell va a segno da posto quattro e tiene un break di vantaggio, poi Zaytsev colpisce in contrattacco per il +3 Perugia (16-19). Due di Torres e lo Zaksa è di nuovo lì (18-19). Deroo pareggia i conti (20-20). Szymura manda avanti lo Zaksa (23-22). Fuori Atanasijevic, sono due set point per i polacchi (24-22). Fuori il servizio di Torres (24-23). Entra Shaw per Russell a muro e proprio il regista americano (in attacco!) manda il set ai vantaggi (24-24). In rete il servizio di Podrascanin (25-24). Impatta Anzani (25-25). Bieniek in primo tempo (26-25), ma poi tira out dai nove metri (26-26). In rete anche la battuta di Russell (27-26). Atanasijevic dalla seconda linea (27-27). Il muro dello Zar! (27-28). Out Deroo, Perugia torna in partita (27-29).

TERZO SET –Si riparte ancora all’insegna del grande equilibrio con Russell che piazza l’attacco del 4-4. Lo Zaksa piazza il break con Deroo (8-6). Fuori Russell, poi ace di Torres (11-7). Ancora a segno Torres dai nove metri (13-7). Perugia perde nuovamente in continuità ed i polacchi volano a +7 (16-9). I Block Devils non riescono a scalfire la ricezione avversaria (20-13). Torres dà ai suoi il set point (24-18). Chiude ancora l’opposto portoricano (25-19).

potrebbe interessarti ancheVolley maschile, ultimi colpi di mercato:Zaytsev a Modena.

QUARTO SET –È il muro di Anzani ad aprire il quarto set (0-2). Lo Zaksa trova la parità con il muro (5-5). Atanasijevic carica i Block Devils (6-8). Il muro di Podrascanin (6-9). Fuori il primo tempo di Anzani (8-9). Lo stesso Anzani mette a terra il primo tempo del 12-14. I polacchi piazzano un break di tre punti e sorpassano (17-16). Atanasijevic tiene viva Perugia con due attacchi di fila (19-20). La pipe di Russell va a terra (22-23). Contrattacco vincente di Atanasijevic e due set point per Perugia (22-24). Deroo annulla il primo (23-24). Il muro di Podrascanin porta il match al tie break (23-25).

TIE BREAK – Primo break per Perugia con Anzani a muro (1-3). La pipe di Russell tiene il vantaggio, poi De Cecco di prima intenzione (3-6). Fuori Deroo (3-7). È vincente la seconda linea di Atanasijevic (4-8). Cade l’attacco di Russell, poi super muro di Anzani (6-11). Ace di Podrascanin (6-12). Fuori Szymura (6-13). Il muro del neo entrato Berger porta Perugia al match point (6-14). La medaglia di bronzo arriva con l’errore di Szymura (7-15).

Perugia-Zaksa, il tabellino

ZAKSA KEDZIERZYN-KOZLE – SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA 2-3 Parziali: 25-17, 27-29, 25-19, 23-25, 7-15

ZAKSA KEDZIERZYN-KOZLE: Toniutti, Torres 22, Bieniek 8, Wisniewski 11, Deroo 21, Szymura 18, Zatorski (libero), Jungiewicz. N.e.: Buszek, Rejno, Falaschi, Semeniuk, Maziarz, Banach (libero). All. Gardini, vice all. Chadala.

potrebbe interessarti ancheCEV Champions League, la finale sarà Kazan-Lube: cronaca e tabellini delle semifinali

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 24, Podrascanin 8, Anzani 13, Russell 15, Zaytsev 8, Colaci (libero), Berger 2, Shaw 1, Ricci, Siirila. N.e.: Della Lunga, Cesarini (libero), Andric. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Susana Maria Rodriguez Jativa (SPA) – Laszlo Adler (HUN)

LE CIFRE – ZAKSA: 21 b.s., 6 ace, 33% ric. pos., 14% ric. prf., 49% att., 7 muri. PERUGIA: 20 b.s., 2 ace, 51% ric. pos., 25% ric. prf., 52% att., 10 muri.

notizie sul temaPallavolo maschile, le ultime novità di mercatoVolley, Final Four CEV Champions League: Perugia e Civitanova in corsa. Come seguirla in tv e in streamingSir Safety Perugia, il pagellone dei campioni
  •   
  •  
  •  
  •