Nazionale Volley Femminile, quattro giocatrici di Busto in corsa per la convocazione al Mondiale

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui


Sono ben 4, ma potevano essere 6, le farfalle in corsa per il Giappone, e portano i nomi di Alessia Orro, Ilaria Spirito, Beatrice Berti e Alexandra Botezat, un quartetto ben assortito che ha rappresentato assieme alla Gennari e alla Diouf lo zoccolo duro dell’UYBA, squadra che quest’anno ha conteso un posto per la finale scudetto all’Igor Novara della capitana azzurra Cristina Chirichella. Gli occhi di tutti gli amanti del volley saranno puntati sulla giovanissima alzatrice Alessia Orro, fiore all’occhiello delle Olimpiadi in Brasile che però non è ancora riuscita completamente a sbocciare con la maglia azzurra. Dopo i grandi propositi infatti la giovane palleggiatrice ha subito sulle sue spalle una grandissima pressione che l’ha portata a non rendere al meglio agli europei di categoria, dove è stata chiamata come titolare a sostituire Ofelia Malinov. Per la Orro, abituata ai livelli medio alti di Club Italia l’entrata in scena nella competizione continentale come palleggiatrice titolare non è stata delle più fortunate, complice anche il poco tempo avuto per prepararsi per il meglio assieme alle compagne abituate ai ritmi della Malinov. Quest’anno sembra essere tutto diverso, perché Alessia ha saputo fare esperienza guidando in campionato e in Europa le compagne dell’UYBA, sfiorando, come ricordato sopra, la finalissima con Conegliano.

Corsa per il Giappone: Orro, Malinov e Cambi per la regia

Saranno in tre a contendersi il posto di palleggiatrice titolare, oltre alla Orro, beniamina del Busto Arsizio ci saranno infatti anche Carlotta Cambi del Pesaro e Ofelia Malinov della Foppapedretti Bergamo, prontissima a volersi riprendere quel posto ceduto alla Orro per infortunio negli scorsi europei. La sfida e tra tre ottime atlete che hanno ben rappresentato le proprie squadre. La Orro portando Busto in semifinale, la Cambi trasformando Pesaro in una delle rivelazioni di questa sicuramente anomala A1, e la Malinov facendo alzare la testa a Bergamo, che quest’anno ha disputato senza la sua alzatrice una stagione al dir poco opaca. Tra le tre Ofelia è sicuramente la candidata numero uno al posto, vista la sua esperienza e la sua bravura anche nel muro, cosa che non si può dire della Orro e della Cambi che hanno però nel palleggio il loro punto di forza. Sarà il nodo più delicato che il coach è chiamato a sciogliere.

potrebbe interessarti ancheVolley, Nations League: l’analisi del weekend azzurro (25-27 maggio)

Beatrice Berti e Alexandra Botezat per un posto al centro nella corsa per il Giappone

Anche Beatrice Berti e Alexandra Botezat partecipano alla corsa con il Giappone cercando di convincere il coach Mazzanti a dargli un posto al centro. Le due centrali titolari del Busto Arsizio hanno sicuramente mostrato di possedere le giuste qualità per un posto al mondiale, forse non da titolari, ma sicuramente da gregarie. Tutte le indicazioni fanno pensare a una loro partecipazione in Giappone, staremo a vedere.

potrebbe interessarti ancheVolley, Nations League: il programma del primo weekend degli azzurri(25-27 maggio)

Ilaria spirito come libero nella corsa per il Giappone?

Che dire di Ilaria Spirito come libero in Giappone? E’ subito il caso di dire che il posto da titolare, salvo imprevisti, sarà di Monica De Gennaro, che Mazzanti conosce molto bene e che dà da anni molte garanzie in azzurro. Lo scontro è per il ruolo di vice dove la Parrocchiale darà battaglia.

notizie sul temaItalvolley, il programma dei primi test matchNANJING, CHINA - AUGUST 06: #5 Ofelia Malinov, #6 Moncia De Gennaro, #7 Raphaela Folie, #9 Caterina Bosetti and team mates of Italy celebrate a point during the final match between Brazil and Italy during 2017 Nanjing FIVB World Grand Prix Finals on August 6, 2017 in Nanjing, China. (Photo by Zhong Zhi/Getty Images)Italia volley al tappeto: Guidetti dà una lezione a MazzantiItalvolley, i convocati di Gianlorenzo Blengini per la Volleyball Nations League
  •   
  •  
  •  
  •