Coppa Italia pallavolo femminile A1, il commento all’andata dei quarti

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Si e’ concluso ieri il turno delle gare di andata dei quarti di finale di Coppa Italia femminile A1. 
Indicazioni importanti sono arrivate così come si cominciano naturalmente a fare i pronostici , visti i risultati dell’andata, sulle squadre che si contenderanno la conquista del primo trofeo del 2019 nella cornice della Final Four di Verona. 
Si sono in queste gare di andata del quarto di finale confermate alcune indicazioni arrivate nell’ultimo periodo dal campionato di serie A1. Novara, Conegliano e Scandicci certamente una spanna sopra le altre.
Non era facile per Scandicci la sfida del Mandela Forum contro una Firenze che ha dimostrato di essere in grado quest’anno di mettere in difficolta’ qualsiasi squadra.
Le ragazze di coach Caprara erano infatti riuscite a mantenere il match in equilibrio con la situazione di parita’ per quanto riguardava i parziali, nel terzo e quarto set Scandicci ha mostrato tutta la sua forza confermando di essere al momento probabilmente la squadra più carica del campionato. Non che Conegliano e Novara stiano raccogliendo risultati meno esaltanti, anzi, ma per Scandicci l’arma in più in questa fase di stagione potrebbe essere quell’entusiasmo che puo’ scaturire dall’essersi ritrovata “grande” in questa stagione , certamente al pari di Novara e Conegliano, questa convinzione sta crescendo partita dopo partita e il match vinto a Firenze nell’andata dei quarti di finale Coppa Italia femminile A1 ne e’ la conferma.
Belle prestazioni sono arrivate anche per Novara che in maniera prentoria e’ passata su un campo non semplice come quello di Cuneo. Il risultato e’ stato netto, 0-3, certamente la Coppa Italia costituisce un obiettivo importante che Egonu e compagne non vogliono vedersi sfuggire.
La stagione 2018/19 e’ iniziata con la sconfitta nella Supercoppa italiana contro Conegliano, ci sara’ l’occasione nella Final Four di Verona che le ragazze di coach Barbolini, visto il risultato di Cuneo quasi certamente centreranno, di rifarsi provando  a strappare alle pantere e Scandicci, favorite insieme proprio alle piemontesi, l’ambita coppa.
Altra squadra che ha dimostrato tutta la sua forza Conegliano, la vittoria 0-3 alla Candy Arena di Monza mette una serissima ipoteca sul passaggio del turno. Un’ora e un quarto per avere la meglio di una delle più forti squadre di questa serie A1, una Samanta Fabris capace di fare 21 punti con percentuale in attacco del 63%, un gruppo che partita dopo partita sta tornando sui livelli della scorsa stagione.  A dire il vero  le pantere non legano alla Coppa Italia di un anno fa un bel ricordo, era arrivata la vittoria di Novara .
Ora la grande volonta’ della pantere di rifarsi e di arricchire la propria bacheca di un altro prestigioso trofeo.
Degno di nota anche il successo in trasferta di Busto Arsizio contro Casalmaggiore per 1-3 , bravissime le farfalle a non farsi intimidire da un inizio sprint delle padrone di casa. Il passaggio di questo turno e’ probabilmente quello meno facile da pronosticare, certo Busto Arsizio parte con un grande vantaggio ma Casalmaggiore ha le armi per poter non rendere così scontata questa gara di ritorno.
Ricordiamo il programma delle gare di ritorno di questo quarto di finale Coppa Italia femminile A1:
Scandicci-Firenze ( sabato 19 Gennaio   h 20,30 ) Novara-Cuneo ( domenica 20 Gennaio h 17,00) Conegliano-Monza (domenica 20 Gennaio h 17,00) Busto Arsizio-Casalmaggiore ( lunedì 21 Gennaio h 20,30 ) .

potrebbe interessarti ancheNazionale pallavolo femminile , Elena Pietrini lascia il ritiro
potrebbe interessarti ancheNazionale pallavolo maschile e femminile , un momento magico per le due squadre

notizie sul temaNazionale pallavolo maschile vola a Tokyo, Blengini : “Siamo pieni di soddisfazione , siamo orgogliosi di noi stessi “Volley maschile, Italia-Serbia 3-0: gli azzurri dominano il match e ottengono il pass per le Olimpiadi 2020Nazionale pallavolo maschile , nel preolimpico l’Italia vince contro l’Australia
  •   
  •  
  •  
  •