Campionato europeo pallavolo femminile, la gioia azzurra dopo la vittoria con la Russia

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Campionato europeo pallavolo femminile, la gioia azzurra dopo la vittoria contro la Russia nel quarto di finale e’ davvero tanta, un’autentica battaglia che ha visto le ragazze terribili imporsi per 3-1 (25-27, 25-22, 27-25, 25-21).
La chiave di volta della partita e’ stata certamente la capacita’ di saper soffrire e rimanere unite e tranquille in alcune fasi della partita che stavano prendendo una piega brutta.
Passivi da recuperare pesanti nel terzo e quarto set quando sembrava il match fosse indirizzato al tie-break.
A quel punto i fondamentali del muro e del servizio che cominciano a funzionare davvero bene unite a qualche errore della Russia non capace di capitalizzare il vantaggio hanno regalato la vittoria alle azzurre.
Ai 22 punti di Goncharova ha risposto con 28 Paola Egonu che se non e’ riuscita ad incidere al servizio ha comunque giocato bene e si e’ fatta trovare presente nei momenti importanti.
Fra le note positive le prove in attacco di Sylla, 19 punti, Sorokaite, una delle grandi protagoniste di questo campionato europeo pallavolo femminile che ha chiuso a 13, e la grande risposta delle centrali Folie e Chirichella autrici rispettivamente di 10 e 9 punti.
Era una partita difficile, lo si sapeva alla vigilia, alcuni black out nel gioco azzurro che hanno un po’ contraddistinto questo campionato europeo pallavolo femminile si sono visti anche ieri, ma la forza di reazione e’ certamente quello che piu’ fa sperare in vista della fase finale di Ankara.

potrebbe interessarti ancheVolley, World Cup 2019 risultati 10.a giornata: l’Italia batte l’Iran in rimonta, vittorie per Brasile e Polonia

Sara’ semifinale con la Serbia

Sara’ semifinale con la Serbia in questo campionato europeo pallavolo femminile, si ripresenta quindi a distanza di un anno la sfida che in Giappone ci costo’ l’oro mondiale.
Il match e’ in programma sabato alle ore 16.00 ad Ankara.
Tanto e’ successo da quella partita, e’ cresciuta certamente la consapevolezza di essere una grande squadra, una Nazionale fortissima in grado di poter raggiungere grandi traguardi.
Un’occasione importante in questo campionato europeo pallavolo femminile per le ragazze terribili, quella di riprendersi la rivincita e di regalarsi così la finalissima di domenica.
Negli altri quarti di finale la Serbia ha superato la Bulgaria 3-0, la Turchia ha vinto sempre per 3-0 contro l’Olanda, la Polonia ha superato al tie-break la Germania. 

potrebbe interessarti ancheCampionato pallavolo femminile serie A1, i risultati della 1.a giornata

Le dichiarazioni del ct Davide Mazzanti 

Queste le parole del ct Davide Mazzanti : ” E’ stata una bellissima partita, abbiamo fatto fatica a dare continuità al nostro gioco ma la squadra ha gestito alla grande i momenti difficili. Non era facile rientrare in campo con il giusto atteggiamento, dopo la maniera in cui abbiamo perso il primo set. Le ragazze, invece, non hanno mai perso la fiducia e la lucidità per gestire alcune situazioni tattiche. Il gruppo e’ sempre rimasto compatto ed e’ bello aver centrato la semifinale dopo un incontro del genere.
Dovremo crescere un po’ a livello di continuità’, in alcune occasioni c’e’ stata troppa fretta , ma nonostante questo non ci siamo disuniti, anche dal punto di vista tecnico. Ci tenevamo tanto ad arrivare alla fase di Ankara, soprattutto dopo l’Europeo del 2017. C’era poi grande voglia di regalarci un’altra opportunità’ con la Serbia e sabato questo desiderio si avvererà’.
Bisognerà essere  bravi a gestire le energie, perché come motivazioni questo tipo di sfide te ne da’ forse anche troppe. Avremo due giorni di vigilia, non dovremo accumulare tensione, in questo senso credo che la gara di oggi ci aiuterà a preparare al meglio la semifinale . ” 

notizie sul temaCampionato pallavolo femminile serie A1, Conegliano vince contro MonzaCampionato pallavolo femminile A1, stasera Conegliano-MonzaCoppa del Mondo volley; Italia-Russia 1-3: sfuma la quinta vittoria agli Azzurri. I russi vincono in rimonta
  •   
  •  
  •  
  •