Rugby, Crusaders-Lions: Farrell decide il match dalla piazzola

Pubblicato il autore: Simone Del Latte
Rugby, Crusaders-Lions

Rugby, Crusaders-Lions

I Lions ottengono il loro secondo successo del tour contro i Crusaders, leader della conference neozelandese. Match dalle 0 mete e conclusosi sul 3-12. In UK e in Irlanda brindano ai 12 punti al piede di Owen Farrell

 

La squadra più in forma del Super Rugby 2017 sfida i British and Irish Lions, reduci dalla sconfitta contro la franchigia più debole della conference neozelandese. Il risultato sembrerebbe già scritto, ma la squadra di Gatland fa capire quanto vale, concedendo 3 soli punti agli avversari e mettendone 12 a referto grazie al piede di Owen Farrell. “Lions!”, “Lions!” gridano i tifosi sugli spalti intorno all’80’. Avevano intuito che la vittoria sarebbe arrivata. E così è stato.

Splendido l’avvio dei Lions che si portano subito nei 22 dei Crusaders grazie ad un’ottima corsa di Jonathan Davies. Il secondo centro è però impreciso nel sventagliare a largo per il connazionale North e George Bridge intercetta l’ovale, estinguendo la minaccia. I primi punti della gara arrivano al 13′ e sono messi a referto da Owen Farrell. Un placcaggio alto di Matt Todd su Ben Te’o induce l’arbitro a sanzionare la terza linea e dai 40 metri Farrell spara e centra i pali, 0-3 per i Lions. Il numero 10 in maglia rossa si ripete anche al 16′ premiando il lavoro dei suoi in mischia chiusa con ulteriori 3 punti. Al 24′ i Crusaders battono un colpo con Matt Todd che sorprende la linea difensiva dei Lions. La squadra di Gatland si salva concedendo però un calcio di punizione in una posizione del campo invitante. Alla piazzola si presenta Mo’unga che non sbaglia, accorciando il gap di distanza dai rivali a tre sole lunghezze. A Mo’unga risponde però Farrell al 31′ che punisce un fuorigioco dei Crusaders su una rolling maul ben impostata con i punti 7,8, e 9 per gli ospiti. Il primo tempo si chiude 3 a 9 per i Lions, costretti a sostituire anzitempo Hogg al 19′ e Davies al 28′ per motivi precauzionali. Al loro posto, campo rispettivamente per Watson e Sexton.

Nella ripresa i Lions riprendono a giocare come avevano interrotto i primi 40′: con attitudine. Al 45′ Farrell va a schiacciare, ma al guardalinee non sfugge il piede oltre la linea laterale e l’arbitro annulla tutto. Al 50′ i Crusaders rivoluzionano la prima linea (fuori Franks, Taylor e Moodie e dentro Alaalatoa, Crockett e Funnell) nella speranza di invertire il trend della gara ma i Lions si mostrano resilienti e non concedono nulla, anzi arrivano a sfiorare la meta con Williams al 50′ e con Stander al 59′. In entrambe le occasioni un in-avanti sfumerà l’azione. Gli unici punti del secondo tempo sono firmati da Farell che al 70′ porta i suoi colori oltre il break, allungando il punteggio sul 3 a 12. Scade il tempo e i Lions collezionano un importante successo contro i primi della classe in Nuova Zelanda.

Prossimo appuntamento per i British and Irish Lions: martedì 13 giugno alle 19:35 (ora locale)* al Forsyth Barr Stadium di Dunedin contro gli Highlanders.

*08:35 ora in UK e in Irlanda

Rugby, Crusaders-Lions tabellino di gara:

Punteggio finale: Crusaders 3 – British and Irish Lions 12

Crusaders

Mete: /
Pen: Mo’unga
Con: /
Drop: /
Cartellini: /

British and Irish Lions

Mete: /
Pen: Farrell (4)
Con: /
Drop: /
Cartellini: /

Rugby, Crusaders-Lions formazioni e arbitri:

Crusaders: 15. Israel Dagg, 14. Seta Tamanivalu, 13. Jack Goddhue, 12. David Havili, 11. George Bridge, 10. Richie Mo’unga, 9. Bryn Hall, 8. Jordan Taufua, 7. Matt Todd, 6. Heiden Bedwell-Curtis, 5. Sam Whitelock (c), 4. Luke Romano, 3. Owen Franks, 2. Codie Taylor, 1. Joe Moodie
A disposizione: 16. Ben Funnell, 17. Wyatt Crockett, 18. Michael Alaalatoa, 19. Quinten Strange, 20. Jed Brown, 21. Mitchell Drummond, 22. Mithcell Hunt, 23. Tim Bateman

British and Irish Lions: 15. Stuart Hogg, 14. George North, 13. Jonathan Davies, 12. Ben Te’o, 11. Liam Williams, 10. Owen Farrell, 9. Conor Murray, 8. Taulupe Faletau, 7. Sean O’Brien, 6. Peter O’Mahony, 5. George Kruise, 4. Alun Wyn Jones (c), 3. Tadhg Furlong, 2. Jamie George, 1. Mako Vunipola
A disposizione: 16. Ken Owens, 17. Jack McGrath, 18. Dan Cole, 19. Maro Itoje, 20. CJ Stander, 21. Rhys Webb, 22. Jonathan Sexton, 23. Anthony Watson

Arbitri

Direttore di gara: Mathieu Raynal
Assistenti: Angus Gardner, Pascal Gauzère
TMO: Marius Jonker

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •