Rugby, Highlanders-Lions: seconda sconfitta in quattro gare per i turisti

Pubblicato il autore: Simone Del Latte
Rugby, Highlanders-Lions

Rugby, Highlanders-Lions

Dopo i Blues, anche gli Highlanders si fregiano del prezioso scalpo dei British and Irish Lions. Sotto 2 mete a 3, i padroni di casa riescono comunque a trovare la via della vittoria grazie al piede di Marty Banks. La squadra di Gatland paga invece alcuni errori dalla piazzola e crolla 23 a 22 a Dunedin.

Difese feroci nei primi 3′ forzano un turnover da una parte e dall’altra. Al 5′ Lima Sopoaga concretizza con 3 punti la prima fiammata degli Highlanders che vanno vicini alla meta con Waisake Naholo. I Lions provano a rispondere e si fanno avanti con un paio di cariche ben condotte dagli avanti, Kyle Sinckler su tutti, ma l’azione si spegne su un choke tackle su Tommy Seymour che induce l’arbitro a fischiare un turnover in favore dei padroni di casa. Al 16′ Webb sfiora la marcatura pesante, ma il TMO riferisce di un suo in-avanti nel momento in cui va a schiacciare l’ovale. La squadra di Gatland aveva comunque il vantaggio e Biggar converte la penalità in 3 punti. Al 19′ Sopoaga ha la chance di portare i suoi in vantaggio, ma è impreciso dalla piazzola. La prima meta del match è di Naholo che chiude un’ottima sequenza offensiva degli Highlanders, rompendo i placcaggi di Biggar e Laws. Sopoaga questa volta non sbaglia, Highlanders 10, Lions 3. Due minuti dopo Jonathan Joseph risponde all’ala fijana, leggendo il mismatch su Ainley e andando a schiacciare. Biggar trasforma e rettifica il punteggio sul 10 a 10. Primo tempo che si chiude in parità assoluta al Forsyth Barr Stadium di Dunedin.

All’inizio della ripresa Seymour intercetta la palla sull’ennesimo kick pass di Sopoaga. L’ala scozzese ha di fronte a sé una prateria e va a schiacciare in tutta tranquillità. Il calcio di Biggar gira troppo e il numero 10 non completa il gioco da 7 punti. Al 50′ un placcaggio tardivo di Sickler regala agli avversari un calcio di punizione da posizione invitante. Alla piazzola si presenta Sopoaga che non delude e accorcia di tre lunghezze il gap dagli ospiti. I Lions si portano oltre il break al 54′ con la meta del capitano Warburton che beffa le guardie su una ruck e segna dopo un raccogli-e-vai. Posizione centrale per Biggar che non può sbagliare e firma i punti 21 e 22 per i suoi colori. Gli Highlanders ci provano con la maul da touche e al 61′ riescono a collezionare la marcatura pesante con Liam Coltman. Marty Banks converte: Highlanders 20, Lions 22. Al 68′ il neoentrato Farrell è impreciso dalla piazzola, sbagliando un calcio di punizione da posizione non proibitiva. Non delude invece al piede Marty Banks che premia il lavoro degli avanti in mischia chiusa con 3 punti, riportando i padroni di casa avanti nel punteggio. Al 77′ Daly ha la chance di mandare i suoi in paradiso da posizione siderale. La bombarda non manca alla giovane ala inglese e il calcio è ben indirizzato, seppur leggermente corto. Suona la sirena e anche l’ultimo possesso dei Lions è sciupato. Nulla da fare per i turisti che crollano 23 a 22 a Dunedin.

Prossimo appuntamento per i British and Irish Lions: sabato 17 giugno alle 19:35 (ora locale)* al Rotorua International Stadium di Rotorua contro i Maori All Blacks.

*08:35 ora in UK e in Irlanda

Rugby, Highlanders-Lions tabellino di gara:

Punteggio finale: Highlanders 23 – British and Irish Lions 22

Highlanders

Mete: Naholo, Coltman
Con: Sopoaga, Banks
Pen: Sopoaga (2), Banks
Drop: /
Cartellini: /

British and Irish Lions

Mete: Joseph, Seymour, Warburton
Con: Biggar (2)
Pen: Biggar
Drop: /
Cartellini: /

Rugby, Highlanders-Lions formazioni e arbitri:

Highlanders: 15. Richard Buckman, 14. Waisake Naholo, 13. Malakai Fekitoa, 12. Teihorangi Walden, 11. Tevita Li, 10. Lima Sopoaga, 9. Kayne Hammington, 8. Luke Whitelock (c), 7. Dillon Hunt, 6. Garreth Evans, 5. Jackson Hemopo, 4. Alex Ainley, 3. Siate Tokolahi, 2. Liam Coltman, 1. Daniel Lienert-Brown
A disposizione: 16. Greg Pleasants-Tate, 17. Aki Seiuli, 18. Siosuia Halanukonuka, 19. Josh Dickson, 20. Jimmy Lentjes, 21. Josh Renton, 22. Marty Banks, 23. Patrick Osborne

British and Irish Lions: 15. Jared Payne, 14. Jack Nowell, 13. Jonathan Joseph, 12. Robbie Henshaw, 11. Tommy Seymour, 10. Dan Biggar, 9. Rhys Webb, 8. CJ Stander, 7. Sam Warburton (c), 6. James Haskell, 5. Iain Henderson, 4. Courtney Lawes, 3. Kyle Sickler, 2. Rory Best, 1. Joe Marler
A disposizione: 16. Ken Owens, 17. Jack McGrath, 18. Dan Cole, 19. Alun Wyn Jones, 20. Justin Tipuric, 21. Greig Laidlaw, 22. Owen Farrell, 23. Elliot Daly

Arbitri

Direttore di gara: Angus Gardner
Assistenti: Pascal Gauzère, Mathieu Raynal
TMO: Marius Jonker

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •