Rugby, Hurricanes-Lions: 4 mete a 3 non bastano agli Hurricanes che pareggiano al Westpac Stadium

Pubblicato il autore: Simone Del Latte
Rugby, Hurricanes-Lions

Rugby, Hurricanes-Lions

Due vittorie, due sconfitte e un pareggio è il fatturato dei British and Irish Lions contro le franchigie neozelandesi nel loro tour nella terra dei Maori. La selezione di Gatland disputa il suo ultimo midweek match contro gli Hurricanes, campioni in carica dei Super Rugby e autori di un’altra straordinaria stagione, al netto di 11 vittorie su 14 in campionato. Lions che provano a scappare alla fine del primo tempo, allungando a + 16 dai rivali, ma nella seconda frazione di gioco è tutta un’altra musica e la squadra di Wellington riprende a giocare ai ritmi che più le sono congeniali, confezionando due splendide mete in situazione di superiorità numerica. 4 mete a 3 garantirebbero il successo agli “uragani” della città del vento, se non fosse per l’ottima prestazione al piede di Dan Biggar che evita la disfatta con i suoi 16 punti personali dalla piazzola. La partita si chiude sul 31 a 31 dopo 80′ di parziali e controparziali.

Infrazioni, turnover, in-avanti, scaramucce e partita che fatica a decollare nei primi 10′. A sbloccare il match è Biggar che firma i primi 3 punti della serata dalla piazzola. Al 15′ gli Hurricanes si rendono minacciosi, muovendo l’ovale e presentandosi nei 22 avversari ma un intercetto di Laidlaw trasforma l’azione da difensiva ad offensiva. Il numero 9 scozzese prova a scappare, viene raggiunto dal recupero di tre difensori neozelandesi ma riesce comunque a trovare l’offload per servire la corsa del connazionale Tommy Seymour che va a schiacciare sotto i pali. Biggar non può sbagliare e alla metà del primo tempo è 0 a 10 per i turisti. Al 24′ è ancora Biggar a muovere il tabellino convertendo un altro piazzato da distanza proibitiva, ma meno di 5′ dopo arriva la marcatura della riapertura dei giochi per gli Hurricanes, i quali vanno a segno con un raccogli-e-vai di Gibbins. Jordie Barrett completa il gioco da 7 punti accorciando il gap di distanza dai rivali a 6 lunghezze. Al 32′ Biggar punisce nuovamente l’indisciplina dei padroni di casa, infliggendo ulteriori 3 punti al piede ai campioni in carica del Super Rugby. Al 38′ arriva il vero strappo della gara con la meta di George North che premia la vittoria al ping pong tattico tra le due squadre. Biggar centra i pali mandando i suoi a riposo sul 7 a 23.

Nella ripresa cominciano bene gli Hurricanes pescando i Lions in fuorigioco e concretizzando la sequenza offensiva con Laumape che va a schiacciare alla bandierina. Barrett trasforma, firmando i punti 13 e 14 per i suoi colori. L’estremo della squadra di Wellington si ripete al 50′ incamerando ulteriori 3 punti nel fatturato offensivo dei suoi, ma appena 2′ dopo Tahuriorangi sporca tutto il lavoro svolto sinora dagli Hurricanes andando a placcare illegalmente Jack Nowell. Romain Poite manda a sedere sulla panca dei puniti il mediano di mischia, ma oltre il danno arriva la beffa poiché Biggar converte il calcio di punizione in 3 punti. Lions che interpretano benissimo i 10′ di superiorità numerica, trovando spazio a largo con Seymour che va a marcare la sua seconda personale meta della serata. Il piazzato di Biggar gira troppo e si resta sul 17 a 31 quando siamo al 57′. Negli ultimi 20′ rientra Tahuriorangi ma Iain Henderson abbandona temporaneamente il campo per una pulizia scorretta in ruck. Questa volta sono gli Hurricanes a sfruttare l’uomo in più, mettendo a segno un micidiale uno-due con Wes Goosen e Vaea Fifita. In entrambi i casi Barrett non sbaglia la trasformazione, rettificando il punteggio sul 31 a 31. Scade il tempo e l’ultimo possesso è gestito dai Lions i quali costruiscono per il drop di Biggar, ma il calcio del numero 10 è corto e le due squadre dovranno accontentarsi di chiudere la sfida senza vincitori e vinti.

Prossimo appuntamento per i British and Irish Lions: sabato 1 luglio alle 19:35 (ora locale)* al Westpac Stadium di Wellington contro gli All Blacks.

*08:35 ora in UK e in Irlanda

Rugby, Hurricanes-Lions tabellino di gara:

Punteggio finale: Hurricanes 31 – British and Irish Lions 31

Hurricanes

Mete: Gibbins, Laumape, Goosen, Fifita
Con: Barrett (4)
Pen: Barrett
Drop: /
Cartellini: Tahuriorangi (giallo)

British and Irish Lions

Mete: Seymour (2), North
Con: Biggar (2)
Pen: Biggar (4)
Drop: /
Cartellini: Henderson (giallo)

Rugby, Hurricanes-Lions formazioni e arbitri:

Hurricanes: 15. Jordie Barrett, 14. Nehe Milner-Skudder, 13. Vince Aso, 12. Ngani Laumape, 11. Julian Savea, 10. Otere Blacks, 9. Te Toiroa Tahuriorangi, 8. Brad Shields (c), 7. Callum Gibbins, 6. Vaea Fifita, 5. Sam Lousi, 4. Mark Abbott, 3. Jeff To’omaga-Allen, 2. Ricky Riccitelli, 1. Ben May
A disposizione: 16. Leni Apisai, 17. Chris Eves, 18. Mie Kainga, 19. James Blackwell, 20. Reed Prinsep, 21. Kemara Hauiti-Parapara, 22. Wes Goosen, 23. Cory Jane

British and Irish Lions: 15. Jack Nowell, 14. Tommy Seymour, 13. Jonathan Joseph, 12. Robbie Henshaw, 11. George North, 10. Dan Biggar, 9. Greig Laidlaw, 8. CJ Stander, 7. Justin Tipuric, 6. James Haskell, 5. Courtney Lawes, 4. Iain Henderson, 3. Dan Cole, 2. Rory Best (c), 1. Joe Marler
A disposizione: 16. Kristian Dacey, 17. Allan Dell, 18. Tomas Francis, 19. Cory Hill. 20. George Kruise, 21. Gareth Davies, 22. Finn Russell, 23. Leigh Halfpenny

Arbitri

Direttore di gara: Romain Poite
Assistenti: Jérôme Garcès, Jaco Peyper
TMO: George Ayoub

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •