Rugby Italia-Nuova Zelanda: le formazioni degli Azzurri e degli All Blacks

Pubblicato il autore: Enrico Salvi Segui

Conor O’Shea – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Nell’ultima giornata dei Cattolica Test Match 2018 va in scena la partita con maggiore fascino del trittico autunnale dedicato alla Nazionale di Rugby: Italia-Nuova Zelanda. Il c.t. Connor O’Shea ha annunciato la formazione che affronterà gli All Blacks sabato allo stadio Olimpico di Roma (appuntamento alle ore 15, in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre).

Per terminare al meglio la “campagna di novembre”, O’Shea mantiene la struttura portante della squadra vista sia contro la Georgia che contro l’Australia, alla ricerca di una maggiore confidenza tra i giocatori in campo per migliorare il gioco ma soprattutto le fasi statiche. Rispetto alla sconfitta patita contro l’Australia, sabato scorso a Padova, c’è il solo cambio all’ala, dove Mattia Bellini, autore dell’unica segnatura azzurra ma uscito infortunato, non è riuscito a recuperare. Al suo posto c’è Luca Sperandio, adattato all’estremo nelle partite contro Irlanda e Georgia, che torna nel suo ruolo originario.

potrebbe interessarti ancheItalrugby primo raduno in Valsugana per prepare la Coppa del Mondo

Per fronteggiare i campioni del mondo quindi viene confermato l’intero pacchetto di mischia, con Leo Ghiraldini, ancora capitano in assenza di Parisse, che toccherà le 99 presenze in maglia azzurra. All’estremo confermato Hayward, insieme alla coppia di centri Campagnaro-Castello e a Benvenuti numero 14. Confermato anche Tommaso Allan all’apertura, insieme al compagno di Benetton Tito Tebaldi.
In panchina manca il calciatore Carlo Canna, sostituito dal rientrante Edoardo Padovani al numero 23.

Rugby Italia-Nuova Zelanda: la formazione titolare degli Azzurri

15 Jayden HAYWARD (Benetton, 11 caps)
14 Tommaso BENVENUTI (Benetton, 54 caps)
13 Michele CAMPAGNARO (Chiefs, 37 caps)
12 Tommaso CASTELLO (Zebre, 14 caps)
11 Luca SPERANDIO (Benetton, 4 caps)
10 Tommaso ALLAN (Benetton, 42 caps)
9 Tito TEBALDI (Benetton, 28 caps)
8 Abraham Jurgens STEYN (Benetton, 24 caps)
7 Jake POLLEDRI (Gloucester, 5 caps)
6 Sebastian NEGRI (Benetton, 11 caps)
5 Dean BUDD (Benetton, 15 caps)
4 Alessandro ZANNI (Benetton, 108 caps)
3 Simone FERRARI (Benetton, 16 caps)
2 Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousian, 98 caps) – capitano
1 Andrea LOVOTTI (Zebre, 29 caps)
A disposizione: 16 Luca BIGI (Benetton, 14 caps), 17 Cherif TRAORE’ (Benetton, 4 caps), 18 Tiziano PASQUALI (Benetton, 12 caps), 19 Marco FUSER (Benetton, 32 caps), 20 Johan MEYER (Zebre, 3 caps), 21 Gugliemo PALAZZANI (Zebre, 27 caps), 22 Luca MORISI (Benetton, 19 caps), 23 Edoardo PADOVANI (Zebre, 14 caps).

O’Shea: “Stesso approccio dell’Australia”

Il tecnico irlandese, nella conferenza stampa che ha visto l’annuncio della formazione, ha dichiarato: “Ci aspetta una grande sfida contro i campioni del mondo in carica. Bisogna avere lo stesso approccio avuto contro l’Australia in campo. Vogliamo chiudere con una bella prestazione i test match di Novembre giocando il nostro miglior rugby”.

potrebbe interessarti ancheRugby Sei Nazioni, Italia-Francia, 14-25: cinque sconfitte su cinque per gli Azzurri. Cucchiaio di legno per gli uomini di O’Shea

Rugby Italia-Nuova Zelanda: la formazione degli All Blacks

Anche il c.t. neozelandese Steve Hansen ha annunciato la formazione dei “tutti neri” che, dopo la tradizionale e sempre suggestiva Haka, affronterà gli Azzurri a Roma sabato pomeriggio. Rispetto alla sconfitta rimediata a Dublino contro l’Irlanda, sono cinque gli elementi che sono stati dichiarati indisponibili e ben undici i cambi alla formazione titolare: cambia per intero la prima, la seconda linea e l’intero pacchetto arretrato, ad eccezione dell’estremo McKenzie. Confermato Kieran Read come numero 8 e capitano e il mediano d’apertura Beauden Barrett, mentre vengono promossi titolari i suoi fratelli Jordie all’ala e Scott in seconda linea.
Promossa titolare anche tutta la prima linea che è partita dalla panchina a Dublino, con Laulala, Coles e Tuungafasi pronti a riscattare la prova di sabato scorso.

Nuova Zelanda: 15 Damian McKenzie, 14 Jordie Barrett, 13 Anton Lienert-Brown, 12 Ngani Laumape, 11 Waisake Naholo, 10 Beauden Barrett, 9 TJ Perenara, 8 Kieran Read (c), 7 Ardie Savea, 6 Vaea Fifita, 5 Scott Barrett, 4 Patrick Tuipulotu, 3 Nepo Laulala, 2 Dane Coles, 1 Ofa Tuungafasi
A disposizione: 16 Nathan Harris, 17 Karl Tu’inukuafe, 18 Angus Ta’avao, 19 Brodie Retallick, 20 Dalton Papalii, 21 Te Toiroa Tahuriorangi, 22 Richie Mo’unga, 23 Rieko Ioane.

notizie sul temaItalia-Francia streaming gratis e diretta tv DMAX Rugby-Sei Nazioni, oggi 16 marzo dalle 13.30Inghilterra-Italia 57-14 (Video Highlights Sei Nazioni): altro ko per gli azzurri a TwickenhamSei Nazioni, Italia-Irlanda 16-26: gli uomini di Schmidt sbancano l’Olimpico. Prova di carattere per gli Azzurri che non basta
  •   
  •  
  •  
  •