Mondiali sci nordico: capolavoro Pittin, argento in combinata nordica

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

mondiali sci nordico Pittin

potrebbe interessarti ancheIncidente per il mondo dello sci: Goggia illesa!

Sul palcoscenico più grande, quello iridato, Alessandro Pittin (foto) ritorna grande nella prima gara di combinata nordica. Il bronzo olimpico di Vancouver 2010 regala un’insperata medaglia d’argento all’Italia ai mondiali di sci nordico di Falun: una gara arrembante la sua, chiusa a un solo secondo e tre decimi dal tedesco Johannes Rydzek. Dopo una gara di salto (HS100) quasi fantozziana, con continui rinvii a causa delle forti raffiche di vento che hanno preso di mira il trampolino svedese, il friulano si presenta con 1’16” sul tedesco Frenzel (cannibale delle gare di coppa del mondo di quest’anno) convinto di poter dire la sua nella gara di fondo dove da sempre è tra i top al mondo.  Il 25enne di Tolmezzo mostra tutta la sua brillantezza, attacca a testa bassa più volte, rimane con i migliori sette e nell’ultimo giro se ne va in tandem col teutonico. Cede solo sul rettilineo finale, dove Rydzek fa valere la sua grande potenza allo sprint. Resta comunque una gara capolavoro quella di Pittin, che si mette al collo una medaglia d’argento che vale oro viste le premesse. Terzo il francese Jason Lamy Chappuis che vince la volata degli attardati. Ma la gioia è tutta cromata d’azzurro: l’Italia ritrova uno dei suoi talenti più splendenti dello sci nordico, e comincia come meglio non era lecito attendersi i mondiali di Falun.

potrebbe interessarti ancheBiathlon, doppietta azzurra: Wierer vince la Coppa del Mondo e scrive una nuova pagina nella storia dello sport italiano, Vittozzi seconda

notizie sul temaSci di Fondo, sprint Quebec City: Klæbo irraggiungibile, Pellegrino secondo. Tripletta svedese al femminile guidata da NilssonBiathlon, mass start femminile/maschile: doppio oro mondiale per Wierer e Windish. Impresa storica a Östersund: era dal 1997 che gli azzurri non vincevano un titoloSci di Fondo: Bolshunov vince la 15 km e riapre la sfida per la Coppa del Mondo con Klæbo. Therese Johaug continua a dominare nelle distance femminili.
  •   
  •  
  •  
  •