Sci, capolavoro di Marcel Hirscher nello slalom di Madonna di Campiglio. Deludono gli azzurri

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

hirscher
Come ogni anno lo slalom in notturna di Madonna di Campiglio regala grande spettacolo. A trionfare nella rinomata località trentina è stato il fuoriclasse austriaco Marcel Hirscher al termine di una seconda manche da brividi. Già in testa dopo metà gara, il fenomeno del Salisburghese è partito fortissimo nella seconda e sembrava dovesse vincere a mani basse. Sul muro però è finito sullo sci interno andando nettamente fuori linea rischiando di cadere, ma con un incredibile colpo di reni è riuscito a rientrare e a tagliare il traguardo con 4 centesimi di vantaggio sullo svizzero Luca Aerni, tra lo stupore dei 15 mila tifosi assiepati sulle tribune all’arrivo e lungo la pista. Per Hirscher si tratta del 49.esimo successo in Coppa del Mondo, a una sola lunghezza da Alberto Tomba.

Come detto, la piazza d’onore è andata a Luca Aerni che sulla 3-Tre ha conquistato così il primo podio in carriera, il secondo dopo la medaglia d’oro vinta ai Mondiali di St. Moritz dello scorso febbraio quando beffò per un solo centesimo proprio sua maestà Hirscher. Sul terzo gradino del podio è salito il norvegese Henrik Kristoffersen, a soli 5 centesimi dalla vetta, che conserva la leadership nella specialità con 6 punti di vantaggio sull’amico e rivale Hirscher. In classifica generale invece l’austriaco passa in testa con 29 lunghezze proprio sullo scandinavo.
A completare la grande prestazione di squadra della nazionale elvetica è stato Daniel Yule, ottimo quarto, mentre ha chiuso in quinta posizione l’austriaco Manuel Feller, in forse fino all’ultimo per un piccolo problema al ginocchio.

Grande delusione invece in casa Italia. Alla vigilia Manfred Moelgg e Stefano Gross avevano annunciato la lotta per il podio, alla fine però si sono dovuti accontentare rispettivamente della settima e della nona piazza. Peccato soprattutto per il marebbano che aveva chiuso la prima manche in quarta posizione. Non si sono invece qualificati per la seconda Fabian Bacher, Giuliano Razzoli, Tommaso Sala, Patrick Thaler e Cristian Deville, mentre non hanno concluso la prima prova Riccardo Tonetti e Federico Liberatore.

Dopo le festività natalizie, la Coppa del Mondo si trasferirà a Bormio dove il 28 e 29 dicembre si disputeranno una discesa e una combinata. Per la località valtellinese si tratta di un gradito ritorno perché dopo tre anni di assenza si torna nuovamente a gareggiare sulla mitica Stelvio.

  •   
  •  
  •  
  •