Sci coppa del mondo: altro podio per Manuela Moelgg a Courchevel dove Shiffrin domina

Pubblicato il autore: Francesco Grandi Segui


Dopo il weekend di gare appena trascorso in Val d’Isere ricco di soddisfazioni per i colori azzurri, visto i due podi consecutivi di una ritrovata Sofia Goggia, oggi il circo bianco al femminile si trasferiva a Courchevel sempre in Francia per un slalom gigante ricco di spunti tecnici.
Pista molto dura quella di Courchevel, neve fresca, ma giornata splendida con solo e temperature sotto lo zero per uno spettacolo davvero entusiasmante per gli amanti dello sci e dei paesaggi dell’Alta Savoia.
Dopo la prima manche Mikaela Shiffrin guardava tutte dall’alto con più di un secondo di vantaggio sulla nostra Marta Bassino, ottima seconda dopo una manche strepitosa, terza era sempre una nostra portacolori Manuela Moelgg che sta dimostrando sempre più di essere al momento la più in forma della nostra valanga rosa.

Nella seconda frazione Mikaela Shiffrin conferma la sua leadership scendendo con grande sicurezza su un pendio molto difficile e ghiacciato sui muri principali distanziando la padrona di casa Tessa Worley di 99 centesimi, autrice di una mini rimonta di manche che la porta sul podio nella sua specialità.
Sul gradino più basso del podio, però, ritroviamo la nostra azzurra Manuela Moelgg a soli 2 centesimi dalla francese e ad un 1’01 dal robot americano Shiffrin. Per Manuela è il terzo podio consecutivo su tre giganti stagionali disputati, davvero prestazioni eccellenti per l’atleta di San Vigilio di Marebbe.
Ecco le sue considerazioni a fine gara: “Ho cercato di essere aggressiva, la seconda manche era più veloce della prima. Ma non chiedetemi la gara preferita: semplicemente mi diverto a sciare”.

Sesta Marta Bassino che non riesce a confermarsi sul podio, sciando bene, ma senza prendere quel rischio in più per arrivare tra le prime tre, comunque ottima prova la sua, l’Italia in questo anno Olimpico deve ritrovare una campionessa come lei per puntare a qualcosa di prezioso nel futuro prossimo. Il suo ritardo di 1’75 all’arrivo non deve preoccupare, però sappiamo che Marta può fare meglio nelle prossime gare, l’importante è partire con dei buoni numeri di pettorale e sfruttare le proprie caratteristiche.

Un pò delusa Sofia Goggia che chiude 16ma a 2’32 dalla vincitrice dopo aver fatto un’ottima prima manche chiudendo nona. Sofia sa benissimo di essere un pò indietro di condizione in slalom gigante, ma sa anche che con l’allenamento tutto può arrivare. C’è anche da sottolineare che oggi correva con una mano dolorante.
Brutta caduta invece anche se senza particolari conseguenze per Federica Brignone già nella prima parte di gara: “Ho preso un rimbalzo e mi ha buttato in aria, ho preso una piccola botta, niente di grave. Peccato, mi sentivo bene. Qui a Courchevel è destino che non riesca a fare risultato”.

Domani sempre a Courchevel è in programma uno slalom gigante parallelo che va a pareggiare quello di ieri sera disputato in Val Badia dagli uomini sempre valido per la coppa del mondo, con la vittoria a sorpresa dello svedese Matts Olsson davanti al norvegese Henrick Kristoffersen, a completare il podio il solito Marcel Hirscher , che ormai lascia le briciole agli avversari.

  •   
  •  
  •  
  •