Giro del mondo in moto: ecco la missione di Luca Reber

Pubblicato il autore: Simone Priscoglio Segui

Giro del mondo moto

Roma – Ventidue anni da compiere in agosto, svizzero (originario di Wimmis, Canton Berna, ma residente a Gordola), Luca Reber ha deciso di lasciare lavoro e per un pò di tempo la famiglia e di dedicarsi a un’avventura, quella di girare il mondo con la moto. Con sè si porterà solo qualche indumento, pc e macchina fotografica, e un budget di 25.000 franchi.

potrebbe interessarti ancheRoma Archery Trophy Indoor, straordinario successo della manifestazione capitolina

Parte da Berlino il Giro del mondo in moto di Reber

In realtà Luca Reber ha iniziato questo particolare tour lo scorso 20 marzo dalla Svizzera. Superata la Francia e arrivato in traghetto in Inghilterra, si è però dovuto fermare a Bradford il 13 aprile per il furto della motocicletta, una Ktm 690. Il giovane elvetico però non si è perso d’animo. Tornato in Svizzera, ha comprato una nuova moto di seconda mano (questa volta una Yamaha XT) ed è ripartito verso Berlino, riprendendo il giro proprio da dove l’aveva interrotto. Le prossime tappe di Reber saranno Polonia, Lettonia, Lituania e Russia. Quindi viaggio fino al Canada e agli Usa e discesa in Sudamerica. Solo allora deciderà se viaggiare anche per il continente africano.

potrebbe interessarti anchePalinsesto weekend 12-13-14 ottobre DAZN: orari e programma

Perchè proprio il giro del mondo in moto?

Non è da tutti percorrere oltre 50mila km in giro per il pianeta sulle due ruote. La motivazione alla base di questa avvventura per Luca Reber è quella di viaggiare e di esplorare il mondo. Per questo motivo il giovane, dopo aver messo qualcosa da parte, si è licenziato dal proprio lavoro, salutato amici e familiari e si è messo in sella alla propria moto. Reber è cosciente che i 25.000 franchi di budget potrebbero non bastargli per completare il percorso programmato. Ma anche in quel caso ha le idee chiare: si ferma dove si trova e lavora. Anche perchè non ha da battere nessun record, ma al contrario la voglia di godersi e immortalare lo spettacolo dei panorami, da ammirare rigorosamente su strade cittadine e di campagna e non su autostrade. Ce la farà questa volta Luca Reber, ladri permettendo, a completare il suo giro del mondo in moto?

notizie sul temaWWE, Hell in a Cell: i pronosticiNuova rivoluzione in WWE: un ppv tutto al femminileKickboxing, risultati peso Bellator Kickboxing 10: tutto in regola per Petrosyan e Allazov
  •   
  •  
  •  
  •