Jorge Masvidal: “Affronterò Tyron Woodley senza problemi”

Pubblicato il autore: Tudor Leonte Segui

Jorge Masvidal potrebbe trovarsi di fronte ad una situazione molto interessante se riuscirà a sconfiggere Demian Maia durante l’evento UFC 211 in Dallas. Il promettente peso welter arriva da una vittoria per knock out su Donald “Cowboy” Cerrone e, se riuscisse a battere Maia il 13 maggio, non c’è dubbio che Masvidal diventerebbe la prossima persona a ricevere una chance per il titolo. Questo significa che Masvidal si troverebbe davanti l’attuale campione dei pesi welter Tyron Woodley, nonché suo compagno di allenamento all’American Top Team.

Jorge Masvidal (32-11) ha combattuto in passato per organizzazioni come Bellator e Strikeforce, ma attualmente combatte nella divisione dei pesi welter UFC (Ultimate Fighting Championship). Nei suoi ultimi cinque incontri ha totalizzato un record di 2 sconfitte e 3 vittorie, sconfiggendo atleti del calibro di Donald Cerrone, Jake Ellenberger e Ross Pearson. Tyron Woodley (17-3-1) è campione di categoria dal 2016 e ha già dato prova di essere un osso duro per chiunque nei pesi welter dopo aver difeso con successo la cintura in due autentiche guerre con co-protagonista Stephen Thompson.

Nonostante il legame tra Woodley e Masvidal, quest’ultimo dice che non avrebbe alcun problema ad accettare una sfida titolata con Woodley e si aspetta che il campione faccia lo stesso. I due hanno anche un coach in comune, Din Thomas, che aiuta il campione a prepararsi per le sue difese titolate.

Siamo buoni amici e vado d’accordo con Woodley. Mi ha anche mostrato una mossa o due in passato e ho lavorato con lui per prepararmi al meglio per i miei incontri” ha detto Masvidal riguardo all’ipotesi di incontrare il suo compagno di team nell’ottagono. “Quindi non ci sarà nessun risentimento se io e lui dovessimo affrontarci“.

Questo genere di situazione è già accaduto in passato quando Woodley ha vinto il titolo mettendo k.o. Robbie Lawler, un altro dei nomi di punta dell’American Top Team, nel loro incontro a luglio. Lawler poi ha preferito cambiare palestra tra le polemiche sulla sua debacle nel match con Woodley. Masvidal non pensa che ci sarà alcun problema di questo genere se dovesse affrontare il suo compagno di team con la cintura in palio.

Sia Masvidal che Woodley hanno passato la maggior parte della loro carriera nelle MMA all’American Top Team ma, per quanto difficile possa essere affrontare un compagno di team, il numero 5 nel ranking della categoria welterweight dice che sono solo affari e niente di personale.

L’avevo già detto in passato, io sono LeBron James e lui è Dwayne Wade e giochiamo in due team diversi, ci incontriamo in finale e non staremo di sicuro in panchina solo perché in passato eravamo compagni di team. Dannazione, no! Lui è una delle ultime persone al mondo con cui vorrei confrontarmi. Non voglio combattere contro Woodley perché è un tipo a posto. Abbiamo lavorato così tanto insieme e lui mi ha aiutato in passato con alcuni trucchetti che sapeva solo lui. Quindi non voglio combattere contro di lui. Ma quando si tratta delle finali nella NBA, dobbiamo fare quello che dobbiamo fare. LeBron non si siede in panchina. Sono qui per fare soldi. Ho dei bambini da mantenere“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: