L’altra faccia degli Internazionali d’Italia: valore e potenziale economico dell’evento tennistico

Pubblicato il autore: Luca Vincenzo Fortunato Segui

ibiSi è tenuto a Roma, presso il Foro Italico, il convegno “Internazionali BNL D’Italia: valore e potenziale di un evento caput mundi “. L’evento, organizzato dalla FIT con l’università LUISS e la società Ernst & Young,  si è posto a metà tra sport ed economia mostrando scenari interessanti per il futuro degli Internazionali d’Italia e per gli investitori.

IL PROGRAMMA E GLI OSPITI

L’analisi è stata condotta attentamente da LUISS – X.ITE ( Centro di Ricerca Interdisciplinare su Comportamenti e Tecnologie) con il contributo di Ernst & Young per mettere in risalto l’aumento d’importanza della manifestazione in termini di effetti diretti e indiretti e proporre nuove opzioni di sviluppo per raggiungere lo stesso blasone degli altri tornei mondiali di tennis. Dunque si sono seduti al tavolo i direttori della ricerca (Michele Costabile, Matteo De Angelis per la LUISS, Mario Rocco per Ernst&Young) e 2 volti istituzionali, tra cui il presidente FIT Angelo Binaghi. E’ proprio quest’ultimo che ha aperto il dibattito mettendo in chiaro come questo evento abbia bisogno di una pianificazione economica e come esso sia in crescita dagli ultimi anni. Ma quale linea d’azione hanno messo in atto questi ricercatori per racchiudere l’evento in un ‘laboratorio d’analisi’ ?

potrebbe interessarti ancheI risultati di Fabio Fognini

LA RICERCA  

Innanzitutto sono state riprese fonti autorevoli, come i dati della Banca d’Italia e dell’Istat, e  metodologie valutative tipiche nel settore del marketing  (finanza, mercato e costi). Da esse sono emerse grandi realtà economiche dirette e indirette.
Nel campo degli effetti diretti, ossia i ricavi totali dell’evento,  basta notare l’evoluzione nel periodo 2014-2016 che va dagli 80-115 milioni di euro agli attuali 121-181 milioni . La crescita comunque era già nell’aria dal 2012 con un aumento in termini di spettatori (+ 5% dal 2012 al 2015) e d’incassi (+19% dal 2012 al 2015).

Nel campo degli effetti indiretti c’è un altra distinzione: i risultati tangibili sul territorio e quelli intangibili a livello di opinioni.  I primi fanno affidamento su 5 categorie: alloggi, trasporti, shopping, ristorazione e intrattenimento. La loro somma ammonta sui 67 milioni in cui il primato spetta agli alloggi (22 milioni) vista la partecipazione media di 3,3 giorni degli spettatori perlopiù non residenti ( 56.000 dall’Italia, 4.262 dall’estero).
Gli effetti intangibili fanno invece riferimento alla sfera reputazionale su scala nazionale e internazionale (in termini comparativi).  Gli strumenti utilizzati sono i social media ( Instagram per la dimensione nazionale, Twitter per la comparazione e Facebook per le emozioni nazionali), mentre le variabili si snodano tra la visibilità, engagement (interazioni) e coinvolgimento (uso di hashtag). Da essi si nota come in ambito nazionale non abbia grandi rivali (95.764 tweet rispetto ai circa 22.000 del Salone del Mobile oppure dei 3.400 della Maratona di Roma) e si districhi tra la mondanità (aumento dello status sociale) e la performance sportiva. In quello internazionale però cede molta rilevanza al Madrid Open e al Roland Garros in termini di retweet e tweet, anche se ha una forte interazione dall’estero (ben 83% sul totale di 95.700 tweet).
Da questo dato si apre così la questione relativa al gap dell’evento rispetto a quelli analoghi in tutti gli ambiti analizzati. Come poterli superare?

potrebbe interessarti ancheInternazionali Tennis Roma 2018: 8° titolo per Nadal, Zverev sconfitto in tre set (Video Highlights)

LE SOLUZIONI PROPOSTE

Per raggiungere le altre realtà tennistiche, i ricercatori hanno ideato alcuni punti-chiave da cui ripartire. Dall’aumento di visibilità mediale (sia televisiva che social) e dei collegamenti fisici (mezzi di trasporto), si arriva all’ampliamento dell’ esperienza tennistica in termini temporali (creazione di tennis week prima e dopo il torneo), ludici (nuove iniziative culturali) ed economici (merchandising) . Inoltre si è anche parlato, grazie alla proposta di una partecipante, di isolare l’evento rispetto agli altri eventi sportivo per abbattere il dislivello di affluenza (ad esempio evitare lo scontro tra calcio e tennis).  Per il presidente Binaghi invece la sfida più importante da giocare è proprio relativa all’affluenza, cercando di aumentare i collegamenti a livello nazionale e di portare avanti il progetto delle ‘scuole di tennis’, visto che “i giovani sono il futuro degli Internazionali d’Italia”.
Aldilà dei discorsi, il futuro di questo torneo appare roseo, ma l’ambizione di migliorarsi è sempre il caposaldo del successo.

notizie sul temaNadal-Zverev diretta tv e live streaming gratis oggi, finale Internazionali Tennis Roma 2018MUNICH, GERMANY - MAY 06: Alexander Zverev of Germany plays a back hand during his finalmatch against Philipp Kohlschreiber of Germany on day 9 of the BMW Open by FWU at MTTC IPHITOS on May 6, 2018 in Munich, Germany. (Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images for BMW)Internazionali Tennis Roma 2018: Zverev bissa la finale del 2017, 7-6 7-5 a Cilic (Video Highlights)Internazionali Tennis Roma 2018: Simona Halep in finale, Sharapova ko (Video Highlights)
  •   
  •  
  •  
  •