ATP Miami 2017, Federer: “Sono stato fortunato. Meritavo di perdere”

Pubblicato il autore: veronica caliandro Segui

ATP Miami 2017, Federer: "Meritavo di perdere"
Roger Federer è in semifinale agli ATP Miami, ma questa volta per riuscirci ha avuto bisogno di un bel po’ di fortuna e dell’aiuto involontario di Tomas Berdych, a cui ha dovuto salvare due match point in occasione dell’inaspettato tie-break del terzo set (6-3 3-6 7-6).

Federer: “Ho giocato un game scandaloso”

Nel primo set, deciso da due break in apertura e al sesto game, Federer sembrava avviato ad una vittoria fin troppo facile; nel secondo però Berdych è stato protagonista di una bella rimonta, riuscendo a strappare il servizio all’avversario sul 4-2. Nel terzo set si è assistito ad un grande spettacolo, con Federer che prima si vede annullare da un ace del ceco un match sul 5-4, per poi ritrovarsi nel tie-break sotto 4-6, con due match point a sfavore.

potrebbe interessarti ancheAtp Shangai, Federer – Zverev (Highlights): il tedesco vola in semifinale nel grande giorno dei Next Gen

Un momento davvero particolare e che come riportato da ubitennis.com, Federer ha commentato: “Mi sentivo molto bene dopo il primo set e penso che successivamente ho permesso a Tomas di rientrare nel match, giusto un po’. E anche lui ha cominciato a giocare meglio. E comunque ha fatto un buonissimo terzo set per passare in vantaggio e io ho giocato un game scandaloso dove sono stato brekkato. In qualche modo ho perso il primo punto, poi un doppio fallo e quindi da 0-30 è sempre dura risalire. E c’era anche il vento, insomma è stato un game deludente per me. Ho cercato di rimanere positivo e ho avuto un match point poco dopo in risposta, ma bisogna dare credito a lui per aver giocato con coraggio. Infine sono stato fortunato perché la partita sarebbe potuta andare da entrambe le parti. Ho la sensazione che questa partita meritavo di perderla, mentre avrei dovuto vincere quella contro di lui qui nella sessione serale di qualche anno fa. Ma le cose vanno così. Sono contento di aver lottato duramente e il pubblico è stato grandioso, assolutamente”.

La seconda giovinezza di Federer

Nonostante una partita non proprio alla sua altezza, infatti, Federer è riuscito comunque a portare a casa il match e il motivo di questo successo è da ritrovare nella capacità del campione di non arrendersi mai e continuare a credere nelle sue capacità. Anche quando si trovava sotto 4-6, infatti, Federer pensava “ancora di avere delle chance di vittoria se avessi messo dentro una buona risposta. Persino sulla prima di servizio ho avuto la sensazione di poter prendere il lato giusto perché oggi stavo facendo un sacco di cose buone. Quindi oggi ho sempre creduto di potercela fare, mentre in altri match certe volte senti che proprio non ce la fai. Mentalmente sei già sull’aereo. Anche se pensi cose del tipo non si sa mai”.
Un campione come Federer è infatti abituato a gestire la pressione, consapevole del fatto che man mano che l’età avanza è importante “non giocare in maniera troppo conservativa nei momenti importanti. Certe volte quando hai una mente giovane non pensi alle statistiche e cerchi di fare i colpi ed è lì che accadono le grandi cose. Si deve giocare un tennis impegnativo, e per me si tratta sempre di trovare un equilibrio tra le percentuali e giocare i colpi liberamente restando giovane con la mentalità”.

potrebbe interessarti ancheFederer-Zverev 3-6 7-6 3-6 (Video Highlights Atp Shanghai 2019): il tedesco centra la semifinale

ITF: riduzione del numero di tennisti professioni

Non poteva ovviamente mancare un commento sul’intenzione della ITF di ridurre il numero di tennisti professionisti e a tal proposito Federer ha dichiarato: “Si deve combattere la corruzione ad ogni livello. Noi vogliamo uno sport onesto e pulito dove i giocatori non devono vivere nella paura, dove i fan possono guardare match autentici, e se per farlo bisogna tagliare il numero di giocatori allora non è una cosa cattiva. Quando sono diventato io professionista non c’erano tutti questi giocatori. Forse ne erano 1500, massimo 2000; oggi penso ne siamo 4000… Più della metà di loro non sopravvivono con il tennis e si arrangiano con un po’ di tutto, quindi capisco la loro situazione. Quello che ancora non capisco è il quadro generale della cosa. Ho ancora bisogno di farmi dare qualche altra informazione, ma senza dubbio è stata per me una grossa sorpresa quando ho sentito questa proposta per la prima volta”.

A questo punto non resta che attendere la semifinale con Kyrgios, e vedere se il tennista elvetico riuscirà a guadagnarsi la tanto ambita finale.

notizie sul temaFederer-Goffin 7-6 6-4 (Video Highlights Atp Shanghai 2019): lo svizzero avanza ai quarti di finaleFederer-Ramos Viñolas 6-2 7-6 (Video Highlights Atp Shanghai 2019): lo svizzero avanza agli ottaviTabellone Masters 1000 Shanghai: Djokovic e Federer le prime due teste di serie. Al via Fognini, Berrettini e Sonego
  •   
  •  
  •  
  •