Sharapova: “Una wild card per essere agli Internazionali d’Italia”. Murray non ci sta

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
sharapova

Sharapova, la russa sarà a Roma grazie ad una wild card

Il ritorno all’attività agonistica è fissata per fine aprile, al torneo di Stoccarda, ma Maria Sharapova mette in calendario un grande appuntamento, gli Internazionali d’Italia. La Sharapova è ferma dal marzo 2016 per la vicenda meldonium, squalificata inizialmente per 24 mesi, la pensa è stata poi ridotta ad un anno e 3 mesi. La bella tennista siberiana potrà tornare quindi a calcare i campi da tennis dal prossimo aprile, in tempo per partecipare agli Internazionali di Tennis, in programma a Roma dal 10 al 21 maggio. Il torneo di Roma è stato il primo a contattarmi per offrirmi una wild card, questo significa molto per me. Il Foro Italico è sempre stato un posto speciale per me, non vedo l’ora di tornare”. Questo l’annuncio della Sharapova, che ha vinto gli Internazionali d’Italia in tre occasioni, 2011,2012 e 2015. Oltre a quello per partecipare al torneo di Roma l’ex numero 1 Wta ha ricevuto l’invito a partecipare al torneo di Madrid, in programma nella capitale spagnola dal 6 al 13 maggio. Ma la questione Sharapova non smette di far discutere, Andy Murray, numero 1 del tennis mondiale, non è d’accordo con l’assegnazione di wild card per la russa, soprattutto in ottica Wimbledon. “Ritengo che uno debba lavorare davvero per tornare in alto, tuttavia gli organizzatori devono pensare a che cosa sia meglio per i loro tornei e se sono convinti che i grossi nomi facciano vendere più biglietti, allora lo faranno. Queste le parole dello scozzese, in quanto molti altri tornei, compreso Wimbledon, stanno pensando di concedere una wild card alla Sharapova. Murray nella sua intervista al Times ha anche aggiunto:“Potenzialmente Maria non avrebbe bisogno di una wild card, ma se non riuscisse a risalire la classifica, toccherà agli organizzatori di Wimbledon prendere una decisione e sono sicuro che ci penseranno a lungo, tenendo anche conto dell’opinione, e che faranno la scelta giusta“. Una chiara presa di posizione del numero uno al mondo verso il caso Sharapova, manca ancora un mese e mezzo per il ritorno in campo della russa, le polemiche non finiranno con le parole di Murray, questo è sicuro.

La Sharapova tornerà in cima al mondo? A 30 anni si può

In un’epoca tennistica dove l’età media si è di molto allungata, Federer docet, i 30 anni non spaventano Maria Sharapova. La russa taglierà il traguardo della terza decade il prossimo 17 aprile, nell’immediata vigilia del suo ritorno in campo. I recenti Australian Open dimostrano che la Sharapova ha ancora tanti anni a grandi livello, se seguirà l’esempio delle Williams o di Federer e Nadal. Tutti e quattro i finalisti del primo Grande Slam della stagione hanno superato i 30 anni, che abbondantemente come le sorellone o come re Roger, da meno di un anno per Nadal. Bisognerà capire se dopo il lungo stop la Sharapova tornerà subito a grandi livelli nel circuito Wta o se magari avrà bisogno di qualche mese di tempo. I tornei di Madrid e Roma, sulla terra rossa, saranno ottime prove per la siberiana, tappe di avvicinamento al Roland Garros, primo vero grande appuntamento per la Sharapova del dopo meldonium.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •