Internazionali d’Italia: impresa di Fognini, battuto Murray. Out la Sharapova

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
fognini

Impresa Fognini, battuto Murray a Roma

1 ora e 34 minuti, tanto è durata la partita tra Fabio Fognini e il numero uno del mondo Andy Murray. Ha vinto l’azzurro per 6-2,6-4, confermando il chiaro momento di difficoltà dello scozzese. Fognini parte fortissimo nel primo set andando subito avanti sul 4-1. Il tennista ligure fa bella mostra di vincenti, mentre Murray non riesce ad entrare in partita. Stessa musica nel secondo parziale, Fognini vola sul 5-1 in pochi minuti. Poi però c’è la reazione di Murray che conquista tre games di fila. Sul 4-5 lo scozzese ha anche la palla per tornare definitivamente in partita. E’ bravo Fognini a respingere il tentativo di rimonta dell’avversario e a chiudere il match in proprio favore. Battere il numero uno al mondo, per di più al Foro Italico, è qualcosa di magico. Anche se come detto Murray è l’ombra del meraviglioso giocatore ammirato lo scorso anno. Ora Fognini negli ottavi affronterà il vincente tra Troicki e Alexander Zverev. Avversari di alto livello, ma in attesa di diventare papà Fognini si gode il successo contro il numero uno al mondo.

Se nel tabellone maschile degli Internazionali d’Italia c’è ancora Fognini a difendere i colori azzurri, non c’è più nessuna italiana in quello femminile. Roberta Vinci è stata sconfitta nettamente dalla russa Ekaterina Makarova. La tarantina è stata battuta per 6-2,6-1, giocando un match davvero molto brutto. Un vero peccato che il numeroso e caloroso pubblico del Foro Italico non possa sostenere giocatrici italiane, sarà per l’anno prossimo.

Oltre alla Vinci il pubblico del Foro Italico ha dovuto sopportare la perdita di un’altra beniamina, Maria Sharapova. La russa è stata costretta al ritiro contro la Lucic-Baroni. All’inizio del terzo set la Sharapova ha accusato un problema muscolare che l’ha costretta al ritiro. Una giornata nera per la siberiana che ha dovuto incassare il rifiuto della federazione francese di accordarle una wild card per il Roland Garros. “Mi scuso per essermi dovuta ritirare nel match di oggi a causa di un infortunio alla coscia sinistra. Mi sottoporrò a tutti gli esami necessari per assicurarmi che non sia niente di grave. Voglio ringraziare il torneo per avermi dato l’opportunità di giocare ancora in questo evento così speciale”, questo il comunicato ufficiale emesso dalla Sharapova.

No alla Sharapova, le motivazioni del Roland Garros. “Ci possono essere wild card per un ritorno dopo un infortunio, non ci possono essere wild card per un ritorno da una squalifica per doping. Nessuno può togliere a Sharapova i titoli che ha vinto qua. La squalifica ora è finita e può ricominciare il percorso verso il successo ma tocca a lei trovare la strada. Mi dispiace molto per Maria e per i fan, ma è la mia responsabilità di proteggere il gioco e il torneo”. Così il presidente della federazione francese Bernard Giudicelli ha motivato la scelta di negare la wild card alla Sharapova. Una della prime reazione a questa decisione è stata quella della francese Kristina Mladenovic:Non sono sorpresa, abbiamo un presidente di carattere”. Le polemiche per il ritorno in campo della Sharapova sono destinate a continuare, questo è poco, ma sicuro.

  •   
  •  
  •  
  •