Tennis, Laver Cup: il team Europa vince all’ultimo round grazie a Federer

Pubblicato il autore: Massimiliano Gonzi Segui

Tutti eravamo un po’ dubbiosi all’inizio di questa prima edizione della Laver Cup, competizione a squadre simile alla Ryder Cup di golf, dove da una parte c’era il Team Europa, capitanato da Bjorn Borg, con un roster d’eccezione composto da Federer, Nadal, Thiem, Zverev, Berdych, Cilic; dall’altra invece il Team Resto del Mondo, capitanato da John McEnroe, composto da Kyrgios, Sock, Querrey, Isner, Shapovalov, Tiafoe. Chiaramente da una prima analisi delle due squadre eravamo già partiti col presupposto di un grande squilibrio, dovuto al forfait di Del Potro e Raonic, ma fortunatamente alla fine non è stato così. La formula della Laver Cup ha previsto 3 giornate, dove si sono giocati 3 singoli e 1 un doppio in ciascuna di esse per un totale di 9 singoli e 3 doppi. Il punteggio era assegnato così: 1 punto per ogni match vinto nel primo giorno, 2 punti per i match del secondo giorno e 3 punti per le partite dell’ultima giornata.

Il torneo ha avuto inizio con il singolo tra M. Cilic e il giovane F. Tiafoe, vinto dal croato 7-6/7-6. Successivamente è stata la volta dello scontro tra D. Thiem e J. Isner, anche questo vinto dal Team Europa al match tie – break 6-7/7-6/10-7. L’ultimo singolo del Day 1 è stato quello tra A. Zverev e D. Shapovalov, vinto dal tedesco con due tie-break 7-6/7-6/. La giornata si è conclusa con il primo punto del Team Resto del Mondo nel doppio vinto da Kyrgios in coppia con Sock contro Nadal e Berdych, perciò il primo giorno si è chiuso sul punteggio di 3-1 per l’Europa.

Il secondo giorno è cominciato con il match di Roger Federer contro Querrey, dove l’americano non ha potuto nulla contro lo svizzero, che ha vinto con un netto 6-4/6-2, facendo guadagnare i primi 2 punti per la sua squadra. Il programma ha previsto poi la partita di Rafael Nadal contro Sock, dove, invece, il maiorchino vince con qualche difficoltà al match tie-break 6-3/3-6/11-9. Nell’ultimo singolo del secondo giorno sono scesi in campo Berdych contro Kyrgios e a spuntarla è stato l’australiano sempre al match tie-break con il punteggio di 4-6/7-6/10-6.
Tutti, però, aspettavano la sera per assistere al doppio delle meraviglie. Da una parte Querrey e Sock, ma dall’altra due giocatori che insieme hanno vinto 35 Slam: Roger Federer e Rafael Nadal. E’ stata davvero un’emozione vederli dallo stesso lato del campo e vederli abbracciarsi dopo la vittoria. A questo punto il punteggio per le due squadre è di 9-3 per l’Europa.

La terza e ultima giornata ha avuto inizio con il doppio Berdych/Cilic contro Sock/Isner vinto sempre con 2 tie-break dalla coppia americana. Successivamente è stato il turno del primo singolo tra Zverev e Querrey vinto abbastanza agilmente dal giovane Zverev con un doppio 6-4. Poi è stata la volta dello spagnolo Nadal contro il colosso Isner, che è riuscito a portare a casa i 3 punti per il Team Resto del Mondo. Quindi arriviamo all’ultimo singolo con il punteggio di 12-9 a vantaggio dell’Europa e gli ultimi a scendere in campo sono Federer contro Kyrgios. Se vince Roger, l’Europa vince la prima edizione della Laver Cup; se vince Kyrgios, si va al doppio di spareggio. Lo svizzero non delude le attese e vince la partita con un match tie-break tiratissimo con un 4-6/7-6/11-9, il quale dopo esser stato “travolto” da un Nadal impazzito per la vittoria, festeggia anche con gli altri compagni di squadra.
L’Europa vince la prima edizione della Laver Cup, che sarà organizzata l’anno prossimo in America, ma non sappiamo ancora la location precisa.
Dobbiamo dire che questa Laver Cup ci ha lasciato tanti spunti e tante emozioni: vedere ridere in panchina e poi giocare insieme i due più grandi tennisti di tutti tempi non ha prezzo, il format della Laver Cup ha funzionato alla grande, perchè la sfida è stata aperta fino all’ultimo, nonostante la partenza a rilento del Team Resto del Mondo e a giovarne è stato lo spettacolo che è stato senza dubbio sensazionale.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •