Atp Finals 2017, Nadal ci sarà e promette: “Sono qui per vincere”

Pubblicato il autore: Daniele Verderio Segui

È un Rafael Nadal più motivato che mai quello che si presenta alle ATP Finals di Londra.
Reduce dai soliti  maledetti problemi al ginocchio, il numero uno del mondo, si dice pronto a dare battaglia, per ottenere l’unico grande torneo che ancora manca nella sua ricchissima bacheca.
L’allenatore Goya aveva già annunciato la partecipazione del fenomeno spagnolo al torneo, che si fa sempre più intrigante. Tra vecchi campioni come Rafa e Federer, si fanno spazio anche giovani debuttanti come il tedesco Zverev e Dimitrov.

Certamente il  numero 1 del mondo Rafael Nadal, inserito nel gruppo “Sampras” (con Thiem, Dimitrov e Goffin) è consapevole della difficoltà del torneo e della forza degli avversari, ma si è detto fisicamente pronto all’impresa: “Se sono qui è per giocare e per vincere. Non mi sarei presentato senza la convinzione di essere competitivo. Lavoro ogni giorno per il mio unico obiettivo: conquistare il torneo.”
Da notare anche i precedenti sfortunati per il talento maiorchino in questo torneo. Rafa infatti non ha mai vinto, a differenza di Federer. Qui infatti Re Roger ha già trionfato ben sei volte , più di tutti, e si presenta alla competizione in ottima forma e riposato, dopo una stagione ancora una volta incredibilmente esaltante.
Dunque Nadal non solo promette di esserci, ma rincara la dose e si candida a possibile vincitore del prestigioso torneo. Non sarà facile però. Gli anni passano e i problemi di Rafa, in particolare alle articolazioni del ginocchio, si fanno sempre più acuti e limitanti. La stagione fino ad ora è stata esaltante, ma lo spagnolo deve fare anche i conti con il suo corpo, motore propulsore ma anche grande croce da portare nella sua carriera ricca di trionfi su ogni superficie.

Il re della terra rossa, favorito da un sorteggio amico, dovrà dimostrare di saper compensare ai limiti fisici attraverso un gioco intelligente, su una superficie che non è la sua preferita.
Dall’altra parte  del torneo, sono pronti a darsi battaglia nel girone “Becker” il padrone del torneo Federer e il giovane debuttante Zverev. Il ventenne tedesco ha già battuto due volte Roger, e addirittura in un’occasione delle due persino in finale, l’unico a riuscirci nel 2017.
Dunque, quella che sembrerebbe una finale annunciata tra i signori del tennis da più di dieci anni, Rafa e Roger, non è in verità così scontata. Giovani  tennisti e scattanti non vedono l’ora di tendere una trappola ai due campioni. Entrambi inoltre possono soffrire dal punto di vista fisico, anche se già in più occasioni hanno dimostrato di saper compensare a tali limiti con un gioco superiore.

Rafa Nadal e le ATP Finals: un amore mai sbocciato. Nessun trionfo in passato sui campi di superficie rapida londinesi. Sarà questo l’anno buono? Lo spagnolo si dice pronto a dare battaglia, senza risparmiarsi. Sarebbe davvero importante per lui chiudere con una vittoria qui, sia per la stagione che per la carriera.
prepariamoci dunque a un  torneo spettacolare, tutti possono vincere, ma c’è la sensazione che forse i soliti due faranno da padroni. Ancora una volta: Roger e Rafa.

  •   
  •  
  •  
  •