Venus e Serena Williams insieme per sostenere la battaglia di Bille Jean King

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui
INDIAN WELLS, CA - MARCH 08: Serena Williams returns against Zarina Diyas, of Kazakhstan, during Day 4 of the BNP Paribas Open on March 8, 2018 in Indian Wells, California. (Photo by Kevork Djansezian/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Venus e Serena Williams ancora una volta insieme per sostenere la – giusta – causa di un’altra tennista eccellente: Bille Jean King. Le sorelle Williams sono attivissime nella “lotta” per raggiungere l’uguaglianza dei montepremi sia in campo maschile che femminile.

Battaglia. Una lotta, quella per equiparare il montepremi sia nel circuito maschile che in quello femminile, che non riguarda solo il tennis ma, più in generale, quasi tutti gli sport. L’associazione della fondatrice della WTA – Women’s Tennis Association – ha proprio questo scopo. Adesso, nel consiglio consultivo della BJKLI stanno per approdare le sorelle Williams, Venus e Serena. Le due tenniste si uniranno ad un altro giocatore di rilievo, Andy Roddick, ma anche alla giornalista Christiane Amanpour del network CNN e al cantante britannico Elton Jhon, solo per citarne alcuni.

potrebbe interessarti ancheWimbledon 2018: Serena Williams sconfitta in due set da Kerber. 1° titolo a Londra per la tedesca (Video Highlights)

Williams. Alla più grande delle Williams si deve già il raggiungimento di questo importante obiettivo in uno dei tornei più importanti e famosi del circuito: Wimbledon. Era il 2006 e nell’anno successivo anche il Roland Garros equiparò i montepremi. “A occhi chiusi come distinguete se la persona al vostro fianco sia un maschio o una femmina? Non si può. Pensate anche alle donne della vostra famiglia, non pensate sia giusto che siano trattate allo stesso modo degli uomini?” le parole con cui Venus Williams spinse i direttivi dei due tornei a riflettere sulla loro decisione.

Billie Jean King Leadership Initiative. L’associazione dell’ex tennista, classe 1943, è stata fondata nel 2014 e si arricchisce di nuovi membri e promotori del movimento. “Venus è riuscita in una grande impresa quando ha convinto i due tornei dello Slam a equiparare i montepremi. Serena dice quello che pensa senza aver paura di eventuali ripercussioni. Sono sempre in prima linea. Io ho ancora abbastanza energia ma gli anni avanzano quindi devo pensare anche alle generazioni future, a chi potrebbe portare avanti questa missione e le sorelle Williams possono farlo” il pensiero della King. Ma anche Venus e Serena non risparmiano elogi per la connazionale: “Lavora duramente quando potrebbe riposarsi per ridurre le disuguaglianze. Abbiamo sempre ammirato Billie, la sua storia e il suo lavoro“.
Le tenniste americane non sono nuove all’impegno nel sociale. Nel 2016 hanno fondato The Williams Sisters Fund che ha dato luce alla Yetunde Price Resource Center, in memoria della sorella scomparsa, che da assistenza ai famigliari delle vittime di violenza.

potrebbe interessarti ancheS.Williams-Kerber, live streaming e diretta TV finale Wimbledon 2018 oggi 14 luglio

Provarci sempre. E una prima dimostrazione che non esiste differenza Billie Jean King la ha già data. Di anni, da quel lontano 1973, quando sconfisse in un match conosciuto come “La battaglia dei sessi” – che ha ispirato anche un film nel 2017 per la regia di Jonathan Dayton e Valerie Faris – Bobby Riggs, ne sono passati più di 40 ma di passi avanti non sembrano essersene fatti ancora a sufficienza. Al di fuori del tennis sta portando avanti una battaglia simile Lindsey Vonn. La campionessa di sci statunitense sta combattendo contro la Federazione affinché le venga data la possibilità di mettersi in gioco e gareggiare contro gli uomini. Uno dei suoi più grandi desideri sportivi di sempre.

notizie sul temaTennis Wta: 150 stelle e una stella sola. L’imprevedibilità del circuito femminileGiorgi-Williams, 6-3, 3-6, 4-6 Wimbledon 2018: finisce il sogno dell’azzurra a LondraGiorgi-Serena Williams live streaming e diretta TV Wimbledon 2018, oggi 10 luglio
  •   
  •  
  •  
  •