Alessio Sakara: intervento riuscito. Le sue parole prima e dopo l’operazione

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

alessio sakara

Alessio Sakara, il “legionario” romano recentemente infortunatosi al tendine del bicipite del braccio sinistro in un incontro di FFC 16 contro Maciej Browarski, è stato operato presso la clinica Villa Ragionieri di Sesto Fiorentino dall’equipe del dottor Ezio Adriani. Alessio Sakara, popolarissimo nell’ambiente delle arti marziali miste, ha affidato a Facebook i suoi pensieri prima e dopo l’intervento. Poco prima ha scritto: “Il nemico dietro l’angolo. Sempre di più credo che nello sport in generale, e in particolare nelle mma, il vero avversario non è colui contro il quale devi combattere. Continuamente situazioni inaspettate mi spiazzano, facendomi venire mille dubbi, mille interrogativi. Se prima il vero avversario era il peso ora devo fare i conti con quello che avete visto. Il bollettino dei medici austriaci è chiaro, preciso, inequivocabile, rottura del tendine del bicipite. Che dire… avevo fatto una preparazione meticolosa, senza trascurare il minimo dettaglio. Mi sentivo bene ed ero pronto per tutte le distanze. Il crac che ho sentito mi ha riportato indietro di qualche anno, lo stesso crac che sentii nella preparazione del match con Rivera. Anche li fui assalito da mille dubbi. Quando accadono queste cose il futuro che vedi non è roseo, a un palmo dal naso non vedi altro che nebbia. Scrivo questo a caldo ma sapete benissimo che tra qualche giorno la nebbia si potrebbe e si deve diradare, sapete benissimo che la mia vita è combattere. Entrare in un ring o in gabbia, questo è quello che sentirò di nuovo appena la nebbia mi avrà abbandonato. Mi sento di ringraziare tutti voi che mi avete seguito, i miei amici di ora e di sempre. Ringrazio in anticipo il professore che dovrà operare il mio tendine, spero faccia un buon lavoro, io da parte mia ce la metterò tutta per recuperare il prima possibile. Grazie ancora a tutti voi che siete venuti a Vienna, solo se penso ai sacrifici che avete fatto per venire… Sono fiero di voi. E solo se penso a quel che avete fatto per essere presenti, mi sembra già di vedere attraverso la nebbia, anzi oltre la nebbia. A presto. Promesso.” Una volta terminato l’intervento, poi, Alessio Sakara ha voluto scrivere un messaggio anche per ringraziare il dottor Adriani. Ecco le sue parole: “Nella nostra vita non è importante tanto ciò che accade, quanto come noi reagiamo agli eventi. Il fallimento è ciò che la tua mente riconosce come tale. Ragazzi il mio Angelo custode degli infortuni Ezio Adriani dopo il ginocchio ora anche il mio braccio! Un ringraziamento a tutti voi che continuate a scrivermi. Che Dio benedica Adriani e tutto il suo staff!”. Forza Legionario, guarisci presto e torna a combattere!

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  UFC, dove vedere Hermansson-Vettori: diretta tv e streaming