Papa Francesco:” Auguri per Roma 2024, io non ci sarò eh?”

Pubblicato il autore: Simone Lettieri Segui

papa francesco

E’ intervenuto oggi Sua Santità Papa Francesco sulla candidatura alle Olimpiadi 2024 da parte della Città di Roma, durante il ricevimento degli atleti e dei dirigenti del Coni:”Cari amici, vi auguro ogni bene per il vostro servizio. Auguri anche per la candidatura di Roma ad ospitare i Giochi Olimpici del 2024. Io non ci sarò, eh. Il Signore benedica tutti voi e le vostre famiglie. Buon Natale!”. Il coni è stato ricevuto da Bergoglio per festeggiare i 100 anni della sua fondazione. Francesco ha citato il motto olimpico: “Citius, altius, fortius” ricordando che “non è un incitamento alla supremazia di una nazione sull’altra, di un popolo su un altro popolo, e nemmeno all’esclusione dei più deboli e dei meno tutelati, ma rappresenta la sfida a cui siamo chiamati tutti, non solo gli atleti: quella di assumere la fatica, il sacrificio, per raggiungere le mete importanti della vita, accettando i propri limiti senza lasciarsi bloccare da essi ma cercando di superarsi”.Per il presidente del Coni, Giovanni Malagò, “la Santa Messa officiata a San Pietro suggella nella maniera più gratificante la chiusura del centenario del Coni, che è un onore per me presiedere, regalando al nostro movimento una straordinaria giornata all’insegna della valorizzazione degli ideali etici e morali che rappresentano l’ineludibile base del modello che ci impegniamo a promuovere quotidianamente”.”Lo sport indica disciplina e rispetto delle regole, per questo si impegna a scoraggiare il ricorso a qualsiasi azione o pratiche illecite che minano credibilità e onestà della competizione”, ha aggiunto Malagò. “Affidiamo alle cure della fede e alle guide dello spirito la nostra missione di crescita e di sviluppo affinché il Coni, che saluta un secolo di storia, e tutto lo sport siano ancora e per sempre esempio virtuoso capace di mettere in bacheca l’oro più importante, una nuova dimensione culturale che sappia aiutare il nostro paese a costruire una società migliore”.

  •   
  •  
  •  
  •