Mondiali di Pallamano, inizia la fase finale

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

pallamano

Il Qatar sta ospitando la 24a edizione dei Mondiali di Pallamano (15 gennaio-1 febbraio) e, per questo evento, non ha badato a spese. Ha costruito la Luisal Arena con 15.300 posti a sedere e altri tre impianti minori da oltre 5.000 posti. Per la cerimonia di apertura sono stati invitati 24 artisti, uno per ogni nazione partecipante. Il trofeo è stato realizzato completamente in oro massiccio. Inoltre, non è ufficiale, ma sembra che abbia stanziato molti fondi per “incentivare” i tifosi europei a recarsi nell’Emirato a seguire le partite.
Infine, il Qatar non nasconde di voler assolutamente vincere il Mondiale, quindi, per sovvertire la tradizione vincente che vede gli stati europei prevalere con 23 vittorie su 23 edizioni, ha pensato di rendere più competitiva la propria Nazionale comprando alcuni giocatori. La norma della pallamano prevede che gli atleti non convocati dalle loro nazionali negli ultimi tre anni possono cambiar bandiera. Sotto la guida tecnica di Valero Rivera, vincitore con la Spagna dell’ultimo Mondiale, i big acquistati sono: Bertrand Roine, 33 anni, terzino campione del mondo 2011 con la Francia, i portieri Goran Stojanovic (37, montenegrino) e Danijel Saric (37, bosniaco), Borja Vidal Fernandez, pivot spagnolo di 206 cm, Zarko Markovic (27, montenegrino), i terzini cubani Rafael Capote (26) e Jorge Luis Pavan Lopez (33).
Il torneo sta entrando nel vivo.
Oggi e domani si giocano gli Ottavi di finale:
25 gennaio
Austria-Qatar
Slovenia-Macedonia
Croazia-Brasile
Spagna-Tunisia
26 gennaio
Francia-Argentina
Germania-Egitto
Islanda-Danimarca
Polonia-Svezia

  •   
  •  
  •  
  •