Ginnastica, a Verona arriva il Grand Prix – Yomo Cup

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui

ginnastica

Grand Prix  – Yomo Cup:

Verona si prepara ad ospitare per la prima volta una tappa del Grand Prix di Ginnastica – Yomo Cup. Il 22 novembre andrà in scena al Pala Olimpia una giornata di esibizioni che vedranno impegnati i più importanti atleti nazionali di ginnastica artistica, ritmica e aerobica ma anche campioni internazionali.

La città veneta rappresenta “il palcoscenico ideale per mettere in scena non una tragedia shakespeariana, ma l’elegia di uno sport che continua a regalarci emozioni indescrivibili” – l’ha definita così Riccardo Agabio, presidente della Federginnastica organizzatrice dell’evento.

L’appuntamento principale della ginnastica nazionale – giunto alla sua 24° edizione – cambierà soltanto la location poiché la formula rimarrà invariata visto anche il successo riscosso negli anni precedenti avendo fatto registrare diversi sold-out. Dalle 17 gli atleti si esibiranno per mostrare le loro qualità al pubblico e alla giuria che deciderà quale performance eleggere come la più coinvolgente in quello che sarà un vero e proprio galà di ginnastica.

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

Sarà anche l’ultimo appuntamento italiano prima della pausa agonistica e quindi l’ultima occasione per salutare e conferire il giusto tributo alle selezioni che si sono rese protagoniste di grandi risultati durante l’anno. Ci saranno le Leonesse della Ritmica, vincitrici di una straordinaria medaglia d’oro ai mondiali di Stoccarda grazie alla quale accederanno alle Olimpiadi di Rio, ma anche le ragazze della Ginnastica Artistica che si stanno preparando per i mondiali di Glasgow dal 23 ottobre all’1 novembre.

La prima volta di Verona come sede del Grand Prix – Yomo Cup viene salutata con soddisfazione dal sindaco Flavio Tosi; il primo cittadino ha parlato di una città che “ha mostrato in più occasioni di saper ospitare appuntamenti sportivi di rilievo internazionale, saprà anche questa volta confermare la propria tradizione di ospitalità e passione per lo sport”.

  •   
  •  
  •  
  •