Roma 2024 e Ryder Cup2022 si danno la mano

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

roma2024 (fonte Comitato Roma 2024)Un Colosseo stilizzato con il verde, il bianco e il rosso del tricolore accompagnato dai cinque cerchi olimpici. E’ stato svelato stamattina al Palazzetto dello sport di Viale Tiziano nella Capitale, il logo ufficiale della candidatura di Roma per i Giochi olimpici del 2024.

Tante le personalità presenti all’evento, a cui hanno partecipato anche 200 ragazzi in rappresentanza di scuole e università romane, a partire dal presidente del Comitato promotore, Luca Cordero di Montezemolo, e dal numero uno del Coni, Giovanni Malagò passando per Diana Bianchedi, direttore generale del Comitato, i campioni del passato Nino Benvenuti e Livio Berruti per approdare ai campioni di oggi, la ginnasta Elisa Santoni e il fiorettista Valerio Aspromonte.

“Oggi è un giorno importante perché siamo tutti insieme in questo bellissimo palazzetto che ci ricorda il 1960 e c’è tutta la città con tutte le sue rappresentanze”. Così ha sottolineato il presidente del Comitato promotore di Roma 2024, Luca Cordero di Montezemolo, aprendo il grande spettacolo evento per svelare il logo della candidatura della Capitale ai Giochi Olimpici. “Abbiamo bisogno di dare tre segnali fortissimi– ha aggiunto parlando nel palazzetto dello Sport di viale Tiziano- Prima di tutto che Roma vuole organizzare le più belle Olimpiadi degli anni 2000, perché abbiamo tutte le carte in regola per farlo. Poi abbiamo bisogno di lavorare insieme e fare squadra per dare al CIO il segnale che Roma è unita. Roma non è solo passato ma è tecnologia, innovazione e mandiamo un messaggio forte al Comitato olimpico e ai competitor: vogliamo le Olimpiadi del 2024 e lavoreremo giorno e notte per fare questo. Prendiamo il testimone da Expo Milano 2015 e andiamo avanti. Roma e l’Italia al centro del mondo”.

Leggi anche:  Mondiali di pallamano, Main Round: la Danimarca vince il gruppo II e vola ai quarti

“Stiamo lavorando – ha proseguito Montezemolo – per articolare le Olimpiadi su tre poli: il Foro italico, di straordinaria bellezza e valore storico, Tor Vergata, espressione della città di domani, dove faremo un villaggio olimpico che sarà fondamentale per dare dopo le Olimpiadi la capacità all’ospedale e all’università di svilupparsi ancora. Poi c’è l’area della Fiera di Roma, dove saranno realizzati allestimenti leggeri che dopo la manifestazione saranno smantellati, sottolineo che oggi abbiamo il 70% delle opere pronte, anche grazie alle strutture delle Olimpiadi di Roma 1960″.

“Voglio ricordare con passione le Olimpiadi di Roma del 1960 – ha aggiunto Montezemolo – presentando i campioni Nino Benvenuti, e Livio Berruti. Qui ci sono le scuole di Roma: molti della vostra età proveranno a vincere una medaglia davanti alle proprie famiglie, al Paese. E se non potrete gareggiare, vi farete dei selfie e ammirerete i campioni delle Olimpiadi di Roma 2024”.

Leggi anche:  Vincenzo Nibali, il programma fino a Tokyo

Soddisfazione è stata infine espressa per il fatto che La Ryder Cup del 2022, la più importante manifestazione di golf al mondo, sarà disputata proprio a Roma. L’international board della Ryder ha detto “sì” infatti alla candidatura della Federazione italiana golf che ha puntato tutto sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia, di proprietà della famiglia Biagiotti. La capitale ha superato la concorrenza di Barcellona, Berlino e Vienna La sfida tra Europa e Stati Uniti rappresenta un evento mondiale: attira in media 300mila appassionati provenienti da più di 60 nazioni e viene trasmesso in diretta da oltre 50 emittenti in 200 paesi con 600 milioni di telespettatori, è il terzo evento sportivo più seguito dopo i campionati mondiali di calcio e le olimpiadi. La Ryder Cup 2022 a Roma è stata una scommessa vinta dal presidente della Federgolf, Franco Chimenti, che nel progetto ci ha sempre creduto. Un viatico di buonissimo auspicio per vedere finalmente accendersi di nuovo sui Sette Colli il fuoco di Olimpia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: