Mike Piazza entra nella Hall of Fame della MLB

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

mike piazza

In Italia il baseball non è certamente lo sport più seguito e per questo motivo iniziamo l’articolo spiegando chi sia Mike Piazza, fresco nuovo iscritto alla Hall of Fame della MLB. Italo-americano, classe 1968, ha giocato nel ruolo di ricevitore per i  Los Angeles Dodgers, i Florida Marlins, i New York Mets, i San Diego Padres e gli Oakland Athletics. Mike ha fatto la storia del suo ruolo ed è considerato il miglior ricevitore battitore della storia del baseball. Detiene il record di fuoricampo battuti in carriera da un ricevitore: ben 396. Piazza entra nella Hall of Fame al quarto tentativo e lo fa assieme a Ken Griffey Jr. Mike Piazza è entrato nella MLB con il draft del 1988, nel quale venne scelto alla posizione 1390 del sessantaduesimo giro. Mai nessuno era entrato nella Hall of Fame venendo scelto a una posizione così bassa al draft. Basti pensare che Ken Griffey Jr fu scelto alla prima posizione del draft 1987, dunque un altro record per il mitico Mike. Le tappe più importanti della sua carriera come giocatore le ha vissute senza ombra di dubbio tra Los Angeles e New York con le maglie dei Dodgers e dei Mets. In entrambe le squadre è rimasto per sette anni e mezzo e nel corso della sua carriera ha guadagnato la bellezza di 120 milioni di dollari. Non male per un giocatore scelto alla posizione 1390 del draft.

Leggi anche:  Hockey su pista: Pedro Gil stellare, la Supercoppa va al Forte dei Marmi

Se si parla di Mike Piazza è impossibile non parlare della sua esperienza con la maglia della nazionale italiana ai World Classic 2006. L’ex Dodgers la vestì dopo uno splendido lavoro della Fibs, che trovò al comune di Agrigento il certificato di nascita di Vince Piazza, nonno di Mike. Dopodiché in Pennsylvania scovò che il papà del giocatore non aveva mai rinunciato alla cittadinanza italiana e così il ricevitore avrebbe potuto indossare la maglia della nazionale. Mike Piazza fu onorato di giocare per l’Italia tanto che una volta ricevuta la casacca e la borsa azzurra la mostrò al padre con gli occhi lucidi di lacrime. Da quell’anno in poi ha sempre chiesto (e giustamente ottenuto) di far parte dello staff della nazionale ai successivi Classic, Mondiali ed Europei. Il suo amore per l’Italia è testimoniato anche dal nome della sua primogenita: Nicoletta mentre gli altri suoi due figli si chiamano Paulina e Mike Junior.

Leggi anche:  Pallamano Serie A: il punto dopo una vibrante terza giornata

Mike Piazza è anche un grande tifoso di calcio. In particolare è un fan sfegatato del Palermo ma di lui si parlava anche del Parma. Nella scorsa primavera il nuovo membro della Hall of Fame di baseball era a buon punto per acquistare la società ducale ma alla fine non se ne fece nulla. Chiudiamo l’articolo raccontandovi un aneddoto riguardante l’ex ricevitore. Nel 2003 Mike Piazza dovette convocare una conferenza stampa per smentire pubblicamente la voce che fosse gay dopo che i Belle&Sebastien pubblicarono una canzone con le seguenti parole: “Piazza, New York catcher, are you straight or are you gay?” (Piazza sei eterosessuale o gay?). La sua risposta fu perfetta: “Se fossi omosessuale mi comporterei da gay e non avrei costruito una vita parallela di finzione“.

  •   
  •  
  •  
  •