Deltaplano: all’Italia i Mondiali 2019, si volerà in Friuli Venezia Giulia

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
Manifesto Mondiali deltaplano (@fivl.it)

Manifesto Mondiali deltaplano (@fivl.it)

La FAI (Federazione Aeronautica Internazionale) ha assegnato all’Italia Mondiali 2019 di deltaplano, 22esima edizione della rassegna iridata. L’assegnazione è arrivata a Losanna, in Svizzera, e si volerà in Friuli Venezia Giulia, che ha avanzato un progetto che comprende una vasta zona di volo sconfinante in territorio sloveno ed austriaco. Base operativa a Tolmezzo (Udine) con decolli ed atterraggi dislocati nell’intero Friuli, Crosits e Cercivento, Cuarnan e Bordano, Meduno e Travesio i principali.

All’evento si prevede parteciperanno circa 200 tra piloti ed accompagnatori in rappresentanza di oltre venti nazioni. Circa 100 i volontari che per due settimane, tra luglio ed agosto, faranno funzionare la macchina organizzativa sotto l’egida dell’Aero Club d’Italia e la regia del team Volo Libero Carnia e dell’Aero Club Lega Piloti.
L’anno prima prova di rodaggio con i pre-mondiali 2018. Dopo ogni giorno di volo ai piloti è assegnato un punteggio in base all’ordine d’arrivo, la somma dei punteggi parziali dà la classifica finale con assegnazione dei titoli per nazione ed individuali.

Leggi anche:  EHF European Cup - La Raimond Handball Sassari vince ma non basta: al terzo turno va il Parnassos Strovolou

«Siamo contenti che la FAI abbia voluto premiare la particolarità della nostra candidatura» le parole dei responsabili del comitato organizzatore, a cui si affianca Giuseppe Leoni presidente dell’Aero Club d’Italia, la Federazione italiana degli sport aeronautici, che sottolinea come questa sia «una grande vittoria per tutto lo sport italiano e un risultato che avvicina sempre di più l’ingresso del deltaplano nelle future competizioni olimpiche».

Già nel 1999, 2008 e 2011 i Mondiali di deltaplano furono ospitati in Italia. Ricco il palmares azzurro: otto volte campione del mondo, le ultime quattro consecutive, compreso il successo nel marzo 2015 in Messico. Tre volte campione d’Europa. Mentre individualmente Alessandro Ploner ha vinto 4 medaglie d’oro e 3 d’argento; Christian Ciech 3 d’oro e tre d’argento. Si aggiungono la medaglia d’oro di Andrea Iemma ai Mondiali d’acrobazia e quelle di Elio Cataldi e Gaetano Matrella agli Europei e numerosi piazzamenti.

  •   
  •  
  •  
  •