Dettagli di Roma 2024: i siti delle gare olimpiche

Pubblicato il autore: Angelo Gambella Segui

Roma si è candidata ufficialmente ad ospitare i Giochi Olimpici del 2024. Al Palazzo dei Congressi dell’EUR il comitato organizzatore ha svelato le sue previsioni, i siti degli impianti e il budget previsto per organizzare le Olimpiadi. Della previsione economica la nostra testata vi parla in questo articolo.

Olimpiadi roma

Assieme a Roma, le città altre candidate oggi scoprono il velo. Il Comitato olimpico internazionale riceverà, infatti, i dossier di Budapest, Los Angeles, Parigi e Roma con le risposte agli ottanta quesiti loro rivolti. Nel dossier, che verrà inviato a Losanna in modalità elettronica su più chiavette digitali ci sono tutti i dati dei Giochi romani.

Roma prevede tre grandi poli sportivi (Foro Italico, Tor Vergata e Fiera di Roma) con il 70% degli impianti già pronti. E poi ci sono i siti storico-culturali come il Colosseo e i Fori imperiali a dare valore aggiunto alla candidatura romana.
I punti di forza della brochure olimpica di Roma 2024 inviata al CIO, fa leva sulla valenza culturale e sullo scenario unico che Roma offre. Secondo gli organizzatori il progetto si basa su questi principi: “unità, trasparenza, legalità e sobrietà”.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

Vediamo ai dettagli che sono trapelati. I Fori Imperiali saranno il traguardo della prova ciclistica in linea, mentre la prova a cronometro arriverà ad Ostia antica. Marcia e maratona arriveranno all’Arco di Costantino, passando davanti a San Pietro (e quasi come in tour inter-religioso) alla Moschea e alla Sinagoga. Il beach volley si terrà al Circo Massimo. Anche il tiro con l’arco sarà ai Fori Imperiali, con vista sul Colosseo. Ed sarà proprio il Colosseo ad ospitare la sfilata dei vincitori gara per gara.

Il percorso della mountain bike è previsto a Villa Ada, l’equitazione a piazza di Siena, il tiro a volo e a segno all’ippodromo di Tor di Quinto.

Il vecchio Palazzetto di viale Tiziano sarà il palcoscenico dei gironi eliminatori della pallavolo.  C’è ancora un punto interrogativo sull’utilizzo del nuovo stadio della Roma, che potrebbe ospitare la finale femminile del calcio.
Il presidente del CONI Giovanni Malagò parla dello stadio Flaminio come una “ferita” per le sue attuali condizioni. L’impianto ospiterà il rugby che torna ai giochi olimpici nella versione a 7 e il pentathlon moderno. “Speriamo di non dover aspettare il 13 settembre del 2017 per risolvere il problema dello stadio Flaminio di Roma” ha dichiarato Malagò. Il 13 settembre, infatti, è la data in cui il Comitato olimpico internazionale sceglierà la sede dei Giochi del 2024 e per quella data tutto dovrà esser stato deciso.

Leggi anche:  Pallamano, Serie A: Conversano nuova capolista

Non sarà solo Roma, poiché le competizioni di vela sono previste a Cagliari.

Il villaggio olimpico sarà a Tor Vergata, e per il presidente del CONI è una scelta obbligata. La musica di Ennio Morricone accompagnerà il sogno olimpico di Roma fino all’assegnazione da parte del Cio dei Giochi del 2024. “Ringrazio il maestro Morricone, che sta componendo l’inno del filmato che ci accompagnerà alla presentazione a Lima per la sfida finale” ha dichiarato, il presidente del CONI alla stampa.

L’evento dell’Eur è stato presentato dal regista Sergio Castellitto, tra i presenti due olimpionici del passato quali Nino Benvenuti, oro nella boxe a Roma 1960 (a cui Roma 2024 si richiama) e Stefano Baldini, vincitore della maratona di Atene 2004, quando Roma che era tra le candidate ad ospitare l’Olimpiade, si vede preferire la capitale greca.

  •   
  •  
  •  
  •