Football: il Vince Lombardi torna a volare con i Supermen

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
Foto d'archivio dello stadio Vince Lombardi (fonte @blueteam.americanfootballitalia.com)

Foto d’archivio dello stadio Vince Lombardi (fonte @blueteam.americanfootballitalia.com)

E’ stato lo stadio del primo campionato italiano di football americano organizzato dall’allora neonata LIF (Lega Italiana Football) nel 1980, nonché l’anno successivo (14 giugno 1981) la casa della prima partita internazionale della Nazionale italiana di football contro l’allora fortissima Germania (finale 12-0 per i tedeschi). E quest’estate il «Vince Lombardi» di Castel Giorgio, Comune della provincia di Terni in Umbria, tornerà a nuovo splendore.

Già il nome dell’impianto umbro racchiude un pezzo di storia del football americano. Vincent “Vince” Lombardi è stato lo storico allenatore dei Green Bay Packers in NFL, coi quali ha vinto cinque campionati e due Super Bowl, inserito nella pro Football Hall of Fame, e proprio il trofeo della massima espressione del football mondiale è stato rinominato in suo onore “Vince Lombardi Trophy”. Era l’anno 1980 e l’allora sindaco di Castel Giorgio Giuseppe Calistri dedicò lo stadio della città allo storico coach scomparso nel 1970 per quello che fu il primo stadio del football in Europa. E dagli Stati Uniti i Green Bay inviarono in dono le porte.

Leggi anche:  L'agente di Nibali smentisce i contatti con l'Ineos

Ora il “Vince Lombardi” torna a splendere e il nome dell’evento è più che mai suggestivo: “Il ritorno dei Supermen”. A darne l’ufficialità, in una conferenza stampa tenutasi martedì 9 febbraio presso la sala consiliare del Comune di Castel Giorgio, sono state la Giunta comunale,  FIDAF (Federazione Italiana di Football Americano) e CONI. Presenti il sindaco Andrea Garbini, il vicesindaco Paola Carraro, il delegato provinciale CONI Stefano Lupi, il segretario generale FIDAF Vincenzo Cianpà, il consigliere Fabio Tortosa, il general manager della Nazionale Blue Team Leone Manfredi ed il delegato regionale FIDAF Andrea De Piccoli.

Ad inaugurare l’impianto umbro nel 1980 fu il primo campionato italiano (LIF) tra gli allora Lupi Roma, Diavoli Milano, Tori Torino e Gladiatori Roma che registrò la vittoria dei Lupi. Poi, dopo il debutto dell’Italia, nel 1983 si tenne il campionato Europeo del 1983 vinto dall’Italia (il secondo titolo continentale arrivò nel 1987) in una kermesse che vide impegnate anche Finlandia, Germania Ovest e Francia.

Leggi anche:  Ciclomercato 2022, Ineos Grenadiers vuole Nibali? L'indiscrezione

L’impegno congiunto del Comune e della FIDAF prevede già da quest’estate una serie di eventi internazionali: venerdì 15 luglio, ore 21, l’All Star Game di III Divisione; sabato 16 luglio, ore 16, un’amichevole fra le Under19 di Italia e Spagna seguita, alle 20, dall’amichevole femminile fra Italia e Spagna; infine, domenica 17 luglio alle 18, l’amichevole fra le Nazionali maggiori di Italia e Francia, una sfida di livello europeo dall’alto contenuto tecnico e tattico.

Ad arricchire l’agenda dell’evento ci sarà la parata organizzata con i giocatori della Nazionale 1981, i giocatori della Nazionale 1983 Campioni d’Europa, i giocatori partecipanti al primo campionato italiano del 1980 ed i giocatori dei Castel Giorgio Mowers, storica formazione nata sull’onda dell’entusiasmo portata dal football nella città.

Per l’occasione saranno inoltre ripristinati la scritta sul perimetro dell’impianto “Stadio Vince Lombardi” ed il mitico tabellone originale dell’epoca oltre all’allestimento di una mostra dedicata al football con pezzi d’epoca, manifesti e brochure originali presso la sede del Comune umbro. Un tuffo nel passato per i tanti cinquanta/sessantenni che in quegli anni iniziarono ad amare il football italiano e uno slancio nel futuro per un movimento in rapida e continua espansione.

  •   
  •  
  •  
  •