Lady Gaga aprirà la sfida tra Manning e Bewton

Pubblicato il autore: @lorenzo_v_81 Segui
Dec 15, 2013; Pittsburgh, PA, USA; Pittsburgh Steelers center Cody Wallace (72) lines up against the Cincinnati Bengals defense during the second half at Heinz Field. The Steelers won 30-20. Mandatory Credit: Jason Bridge-USA TODAY Sports

Dec 15, 2013; Pittsburgh, PA, USA; Pittsburgh Steelers center Cody Wallace (72) lines up against the Cincinnati Bengals defense during the second half at Heinz Field. The Steelers won 30-20. Mandatory Credit: Jason Bridge-USA TODAY Sports

La sfida tra il quarantenne Peyton Manning e il suo giovane sfidante Cam Bewton è uno dei motivi di maggior interesse del prossimo Superbowl che si disputerà domenica tra i Denver Broncos e Carolina Panthers è uno dei punti focali del quale i due giocatori hanno discusso durante il Media Day.
“Non giochiamo uno contro l’altro – dice il quarterback dei Broncos – ma questa sarà sicuramente una grande sfida tra due grandi squadre con caratteristiche profondamente diverse che sono arrivate a questa sfida attraverso un percorso antitetico. Cam Newton è stata una prima scelta un paio di anni fa, ma poi ha avuto una carriera in costante crescita che l’ha portato ad un esordio in Nfl sensazionale, giustificando la scelta di chi ha subito creduto nelle sue enormi potenzialità. Ormai è un giocatore ben definito con una personalità importante che può diventare uno dei migliori”. Quasi con ammirazione invece il quarterback dei Panthers parla così del suo prossimo rivale:” Ci sono tantissime cose che Manning ha fatto nella sua carriera e che continua a fare che mi piacerebbe imitare, ma non potrei farlo come lo fa lui perché è unico in questo sport. Quello che posso fare però è studiare le cose fatte da lui e da altri prestigiosissimi quorterback della lega per provare a lavorarci sopra in allenamento e magari provare a ripeterle in partita usando sempre il mio stile”. Questo Superbowl potrebbe rappresentare per Manning una delle ultime occasioni di vincere l’anello e anche lui ne è consapevole:” Sono felice di essere arrivato qui anche perché sia io che la squadra abbiamo fatto un lavoro incredibile durante tutta la stagione – prosegue Manning – penso di avere la giusta consapevolezza di cosa voglia dire giocare il Superbowl numero 50 e magari riuscire a vincerlo. È un’opportunità e che vogliamo provare a cogliere. Già giocare il mio primo Superbowl, il numero 41 ai tempi degli Indianapolis Colts, fu molto emozionante, ma ora giocherò il mio quarto. Sono molto felice anche per i ragazzi che proveranno questa esperienza per la prima volta: vedere come loro hanno approcciato il media Day e il primo allenamento di preparazione è già stata una sensazione incredibile. Sono contento di poter far parte di tutto questo”. Anche Newton vuole porre l’attenzione sull’operato dei compagni:” Il nostro successo è qualcosa che ha coinvolto molte persone e non voglio assolutamente prendermi tutti i meriti perché non si tratta solo di me. Altre cose hanno avuto un impatto decisivo in campo e molti ragazzi sono stati sottovalutati. Non potrei essere qui in questa situazione senza uno sforzo collettivo, senza un gruppo di persone unito che ha lavorato insieme per la squadra, sia per cercare gloria personale, ma anche un successo di squadra”.

Leggi anche:  Fabio Aru bussa la porta dell'Astana. La risposta di Dmitry Fofonov

CANTA LADY GAGA: Sarà la controversa artista a cantare l’inno americano durante il Superbowl in programma il 7 febbraio a Santa Clara in Californa.

SEGUIRLO IN TV: in Italia l’attesa sfida tra Denver Broncos e Carolina Panthers sarà visibile domenica a partire dalle 23 solo su Fox Sports Hd sul canale 204 della piattaforma Sky.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: