Super Bowl 2016, il giovane contro il vecchio

Pubblicato il autore: Mauro Simoncelli Segui

http---static.silverchalice
Il giovane contro il vecchio può essere solo uno dei motivi per cui sarà valsa la pena magari restare svegli tutta la notte ed assistere così all’evento planetario più seguito dell’annata sportiva e non. E’ tutto pronto infatti per il Super Bowl numero 50 che si giocherà nella notte italiana tra domenica e lunedì prossimi nel nuovissimo impianto dei San Francisco 49ers a Santa Clara nella Bay Arena di San Francisco, il Levi’s Stadium. A contendersi l’anello che rende immortale chi arriva ad indossarlo i Caroline Panthers e i Denver Broncos. Attacco contro difesa come nelle migliori sfide in NFL ma soprattutto sarà per forza la sfida tra i due quarterback a catalizzare l’attenzione dei milioni di telespettatori che assisteranno all’evento in tutto il mondo: Cam Newton contro Payton Manning, il giovane rampante che dopo aver riscritto tutti i libri dei record dei rookie si affaccia per la prima volta al gran ballo finale contro il giocatore più anziano in attività che domani notte sarà il primo qb quarantenne ad arrivare a disputare la finalissima, l’uomo che ha riscritto invece tutti i record di passaggi da td, yards totali guadagnate su passaggio, passaggi effettuati, insomma uno dei più grandi quarteback della storia della NFL, che, dopo aver vinto già un anello su 3 finali disputate potrebbe porre la parola FINE ad una carriera stratosferica come nel migliore dei film Hollywoodiani e sappiamo quanto siano sensibili gli americani a queste storie di sport.
Per la terza volta consecutiva arrivano a giocarsi la finalissima le due migliori squadre della regular season, cioè le più forti di ciascuna conference, per dare vita a quello che gli americani chiamano “The perfect game”. Come detto le due squadre hanno caratteristiche opposte, Denver con la miglior difesa in assoluto del campionato con soltanto 283 yards concesse agli avversari di media a partita contro i 500 punti punti totali segnati, 31.3 a partita del miglior attacco di Carolina che però brilla anche per essere la miglior difesa negli intercetti, ben 24. Carolina ha chiuso con il miglior record assoluto 15 vittorie e solo una sconfitta piuttosto sorprendente tra l’altro con i Falcons quando per tutti dopo le prime 14 vittorie consecutive sembrava potesse arrivare addirittura alla perfect season, ha dominato pur se con qualche patema prima Seattle poi più nettamente Arizona e si presentano alla finale a questo punto da favoriti. Cam Newton il loro qb afroamericano, alla quinta stagione ha fatto vedere a tutti di cosa è capace, guidando alla perfezione l’attacco, lanciando e  correndo sfruttando fino in fondo i suoi 198 cm e i 111 kg di peso che lo potrebbero far giocare anche come linenbaker o come thigt end e che invece lui sfrutta anche per umiliare i difensori avversari quando in campo aperto corre senza aver paura di andare allo scontro con i difensori. Denver dal canto suo è sempre stata tra le migliori della AFC fino a quando un infortunio proprio di Manning aveva messo a repentaglio addirittura la partecipazione ai playoffs. Manning nonostante l’età e ha recuperato a tempo di record e anche se questo infortunio gli nega la solita mobilità sul campo, è riuscito a guidare la squadra alla fondamentale vittoria all’ultima giornata contro i San Diego. La storia di Manning e della sua famiglia e leggenda da tempo, un padre prima giocatore e poi allenatore e due fratelli che arrivano a vincere entrambi il Superbowl, sono quei racconti di sport per cui vanno pazzi gli americani, ma Peyton, il più grande dei due, è da tempo oramai destinato ad entrare dalla porta principale della Hall of Fame di questo sport. Finire una carriera già leggendaria vincendo l’ultima partita decisiva per il titolo però credo che non rientrava neanche nel sogno più grande di un giocatore famoso per programmare a tavolino qualsiasi azione che andrà a fare durante una sua partita! Panthers contro Broncos come detto sarà anche uno scontro tra una grande difesa contro un grande attacco, una partita a scacchi tra tanti possibili protagonisti, ognuno con una storia da raccontare come quella del difensore di Carolina Michael Oher che con la sua storia difficile alle spalle è già stato perfettamente rappresentato dal film “Blind Side” o come quella di Demaryius Thomas, wide receiver dei Broncos che avrà il sostegno sulle tribune di sua madre appena uscita di prigione dopo una condanna di 20 anni per spaccio di droga, o come quella del linebacker di Carolina, Thomas Davies  che avrà il non invidiabile primato di essere il primo giocatore a giocare una finale dopo essersi rotto per 3 volte un legamento crociato del ginocchio ma soprattutto di riuscire a non mancare la partita che tutti sognano di giocare nonostante nella finale di conference si sia rotto un braccio!! Sono queste le storie dello sport americano che fanno letteralmente impazzire i tifosi, ecco perchè  questo per tutta l’America è l’eventoperché tutto si ferma, perché nessuno vuole perderselo, perché uno spot pubblicitario di 30 secondi è arrivato a costare fino a 5 milioni di dollari e sono ovviamente assolutamente riempiti da mesi tutti gli spazi a disposizione, perché tutte le più grandi star musicali fanno a gara per poter almeno una volta nella loro carriera partecipare al Halftime show, quest’anno toccherà ai Coldplay insieme a Beyonce e Bruno Mars, d’altronde mai più potrebbe ricapitare di esibirsi davanti ad una platea mondiale di più di 110 milioni di persone!! This is America!

Leggi anche:  UFC, dove vedere Hermansson-Vettori: diretta tv e streaming
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: