Golf, Montali, n°1 della Ryder 2022: dopo pallavolo e calcio, ecco il golf

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

Giampaolo Montali è stato nominato direttore generale della Ryder Cup 2022, evento in programma a
Roma tra sei anni. Cultura sportiva poliedrica, ha iniziato a frequentare il green fin dai tempi in cui allenava
a Treviso.

montali-golf
Sarà Gian Paolo Montali, 56 anni, il direttore generale della Ryder Cup di golf in programma nel 2022 sul
percorso del Marco Simone, alle porte di Roma.
L’accordo iniziale è di 4 anni. La proposta del presidente della Federgolf, Franco Chimenti, portata in
Consiglio federale è stata accolta dal Comitato organizzatore del quale fanno parte lo stesso Franco
Chimenti, Lavinia Biagiotti, Evelina Christillin, Giorgio Fossa, Luigi Gubitosi, Raffaello Napoleone, Stella
Coppi, Francesco Soro, Giampaolo Letta, Guido Barilla.
Montali è stato scelto perché grande conoscitore di sport, sia sul campo che dietro la scrivania, per la sua
capacità di fare squadra e anche, dato non trascurabile, perché Ambasciatore nel Mondo per lo Sport per la
città di Roma dal 2011.
Nella pallavolo ha vinto “tutto” sia a livello di club (Parma, Schio, Treviso, Olympiakos, Roma, Milano) che di
Nazionali (Grecia e Italia). Come dirigente si è fatto conoscere lavorando, nel calcio, prima con la Juventus e
poi con la Roma.montali-roma-totti
Il suo nome è senza dubbio prestigioso ed è di grande appeal nel mondo.
A lui il compito di organizzare uno dei più grandi eventi sportivi a livello mondiale. Il compito è impegnativo,
ma Montali sembra avere credenziali e piglio giusto. Del resto è anche autore di un libro di formazione
manageriale dal titolo “Scoiattoli e Tacchini – come vincere in azienda con il gioco di squadra

Alla sua esperienza lavorativa mancava il golf, che comunque pratica dai tempi in cui era allenatore a
Treviso, sul campo di Asolo di proprietà della famiglia Benetton. (1991-1996)

montaliBiografia

Gian Paolo Montali nasce a Parma nel 1960. Appena 26enne, nel 1986, si afferma come grande allenatore
di volley alla Santal Parma dove vince di tutto: tricolore, Coppa delle Coppe, Mondiale per Club, Coppa Italia
e Supercoppa Europea. Dopo una parentesi a Schio, guida, dal 1991 al 1996, la Sisley Treviso con cui trionfa,
oltre che in Italia, in Europa, vincendo per due volte la Coppa dei Campioni. Poi il passaggio in Grecia
all’Olympiakos, con successi in serie anche nel campionato ellenico. Un dna vincente che si conferma anche
alla Piaggio Roma, dove vince uno storico scudetto nel 2000 e in Nazionale: è nominato Ct azzurro nel 2003
e in 5 anni vice 2 ori europei (2003 e 2005); un bronzo (2003) e un argento (2004) alla World League e un
argento alle Olimpiadi del 2004 di Atene.
Nel 2005 decide di voltare pagina dedicandosi alla carriera di dirigente di calcio: la prima società a
chiamarlo nel proprio Cda è la Juventus. Nel 2008 passa alla Roma con l’incarico di Coordinatore Generale e
ottimizzatore delle risorse umane dell’Area Sportiva. Con l’arrivo di Thomas Di Benedetto assume la carica
di direttore generale, salvo lasciare il club nel luglio 2011. Poco dopo la nomina ad Ambasciatore nel
Mondo per lo Sport per la città di Roma.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: