Pattinaggio, Mondiali Boston 2016: Cappellini-Lanotte sesti dopo la short dance

Pubblicato il autore: Michele Santoro Segui

Cappellini-Lanotte
Pattinaggio, Mondiali Boston 2016: Cappellini-Lanotte sesti dopo la short dance – Dove lo sport si confonde con l’arte, e si rinnova la magia del pattinaggio. Ad aprire il programma del Mondiale 2016 di Boston è l'”Ice Dance“, una sfida che rispetta le aspettative: difficile, altamente competitiva, dove ogni minimo dettaglio fa la differenza.

Almeno due coppie sono all’altezza del podio, e la “short dance” lo ha confermato: Anna Cappellini e Luca Lanotte potrebbero essere tra gli eletti; sesti dopo  la loro prova, ma in una classifica che, eccezion fatta per la coppia francese campione in carica, Gabriela Papadakis e Guillaume Cizeron, prima con 76.29, che ha ottenuto il miglior base value disponibile e ha sgretolato il primato europeo che apparteneva ai rimpianti russi Ilinykh/Katsalapov, lascia aperta ogni possibilità.

Elevato il valore artistico delle migliori coppie in gara, ed è proprio qui che il punteggio tecnico comincia a fare selezione: Anna e Luca, allievi di Paola Mezzadri, ottengono il III livello per il 2° segmento del ravensrbuger waltz“, e per la “pattern step sequences“, ma sono teatrali sul ghiaccio con la loro “Vedova Allegra“; emozionano, sottolineano ogni sfumatura della musica, e l’interpretazione viene particolarmente apprezzata.

70.65 il loro punteggio totale, 34.35 per il “tecnico“, 36.30 per il “composed“. A causa di 5 centesimi, Anna Cappellini e Luca Lanotte, hanno perso la possibilità di scendere in pista nell’ultimo gruppo in occasione della danza libera di giovedì. Con quella che ci si augura sia una splendida “free dance“, “La Dolce Vita“, avranno la chance di recuperare lo 0.05 dei canadesi Gilles/Poirer, l’1.18 degli altri canadesi Weaver/Ponje, rispettivamente quinti e quarti nella graduatoria, e l’1.80 che li divide dal duo americano Madison Chok/Evan Bates, terzi a 72.46, alle spalle degli altri statunitensi, i fratelli Maia e Alex Shibutani, che hanno concluso a 74.70. L’altra coppia italiana, quella formata da Charlene Guignard e Marco Fabbri, ed allenata da Barbara Fusar Poli, si è piazzata decima dietro agli statunitensi Hubbell/Donohue, ai rigenerati britannici Coomes/Buckland e ai russi Sinitsina/Katsalapov, infliggendo oltre due punti di distacco all’altro tandem russo Stepanova/Bukin, più immediati inseguitori. Nulla è ancora deciso quindi, ed il sogno per una medaglia continua.

CLASSIFICA SHORT-DANCE

01) FRA – Gabriella PAPADAKIS / Guillaume CIZERON
76.29 (38.46|37.83) ER
02) USA – Maia SHIBUTANI / Alex SHIBUTANI
74.70 (37.78|36.92) PB
03) USA – Madison CHOCK / Evan BATES
72.46 (35.62|36.84)
04) CAN – Kaitlyn WEAVER / Andrew POJE
71.83 (34.99|36.84)
05) CAN – Piper GILLES / Paul POIRIER
70.70 (36.45|34.25) PB
06) ITA – Anna CAPPELLINI / Luca LANOTTE
70.65 (34.35|36.30)
07) USA – Madison HUBBELL / Zachary DONOHUE
68.44 (33.58|34.86)
08) GBR – Penny COOMES / Nicholas BUCKLAND
68.23 (35.20|33.03) NR
09) RUS – Victoria SINITSINA / Nikita KATSALAPOV
67.68 (32.42|35.26)
10) ITA – Charlene GUIGNARD / Marco FABBRI
65.96 (33.19|32.77)
11) RUS – Alexandra STEPANOVA / Ivan BUKIN
63.84 (30.75|33.09)
12) SVK – Federica TESTA / Lukas CSOLLEY
61.75 (32.09|29.66)
13) ISR – Isabella TOBIAS / Ilia TKACHENKO
60.97 (31.52|29.45)
14) POL – Natalia KALISZEK / Maksim SPODIREV
59.88 (31.86|28.02) NR
15) DEN – Laurence FOURNIER BEAUDRY / Nikolaj SORENSEN
59.75 (29.83|29.92)
16) JPN – Kana MURAMOTO / Chris REED
59.00 (31.49|27.51) NR
17) FIN – Cecilia TÖRN / Jussiville PARTANEN
56.51 (30.06|26.45) NR
18) GER – Kavita LORENZ / Panagiotis POLIZOAKIS
54.80 (28.50|26.30)
19) AUT – Barbora SILNA / Juri KURAKIN
54.63 (29.43|25.20)
20) UKR – Alexandra NAZAROVA / Maxim NIKITIN
53.64 (26.95|26.69)
21) TUR – Alisa AGAFONOVA / Alper UCAR
53.56 (28.27|25.29)
22) CHN – Shiyue WANG / Xinyu LIU
52.92 (26.49|26.43)
23) CAN – Elisabeth PARADIS / Francois-Xavier OUELLETTE
51.94 (26.59|25.35)
24) CZE – Cortney MANSOUR / Michal CESKA
51.68 (27.16|24.52)
25) KOR – Rebeka KIM / Kirill MINOV
49.79 (25.89|23.90)
26) ESP – Celia ROBLEDO / Luis FENERO
49.58 (26.15|23.43)
27) ARM – Tina GARABEDIAN / Simon PROULX-SENECAL
47.11 (24.13|22.98)
28) BLR – Viktoria KAVALIOVA / Yurii BIELIAIEV
40.82 (18.22|22.60)
29) LAT – Olga JAKUSHINA / Andrey NEVSKIY
40.80 (20.34|20.46)
30) KAZ – Anastasia KHROMOVA / Daryn ZHUNUSSOV
40.69 (21.64|20.05) – 1.00

  •   
  •  
  •  
  •