Terrorismo: Il kickboxer Moutaharrik Abderrahim tra gli arrestati di oggi

Pubblicato il autore: Angelo Gambella Segui

Questa mattina sono state arrestate 6 persone tra Lecco, Varese e Milano, per terrorismo internazionale. Tra di loro Moutaharrik Abderrahim, noto per svolgere attività sportiva, prevalentemente kickboxing e pugilato. La polizia ha diffuso un video che lo mostra durante la pratica sportiva.
L’accusa specifica per i 6 indagati (4 custodie cautelari, altri due sono in Siria) è di “partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo internazionale“.
Nella conferenza stampa seguita agli arresti è stato spiegato che l’uomo, italiano di origini marocchine, è stato arrestato perché intendeva recarsi all’estero per congiungersi con l’Isis portando con sé la moglie e i due figli. Alla stampa è stato, inoltre, comunicato che Abderrahim “è uno sportivo di qualità, un pugile di kickboxing di alto livello in Italia e all’estero“.

mouthaharrik-pugile-kickboxing-300x200

In foto: Abderrahim mentre si accinge a salire sul ring con una maglia con diciture in arabo su sfondo nero.

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale

Gli inquirenti hanno ricostruito che lo sportivo ha ricevuto la richiesta di compiere attentati in Italia da parte di un altro inquisito, Mohamed Koraichi e da un un’altra figura residente in Siria.
Il capo del pool antiterrorismo di Milano, Maurizio Romanelli ha dichiarato che “è una novità: per la prima volta c’è un’indicazione concreta di compiere un attentato in Italia“.
Assieme a Moutaharrik Abderrahim è stata arrestata la moglie Salma Benchark.
Sul sito profightingevolution.it si legge la scheda tecnica dell’atleta aspirante presunto terrorista: 188 cm di altezza per 66 kg di peso, con 14 incontri disputati, nei quali ha conseguito 12 vittorie di cui 5 prima del limite, un pareggio ed una sconfitta.

  •   
  •  
  •  
  •