Artistica femminile, con Torino 2016 la Brixia fa 14! [Fotogallery]

Pubblicato il autore: Alessandro Gamberi Segui

torino 2016

Torino 2016 significa doppia vittoria per la Brixia di Brescia: sia la tappa di campionato che il titolo di campione nazionale vanno, come previsto, alla compagine bresciana che da anni macina successi senza freno. Gymnasium Treviso, Fratellanza Savonese e Polisportiva Casellina terminano in zona retrocessione.

torino 2016

La tappa torinese ha visto grandi rientri in campo gara: Ferlito e Ferrari tornano a sondare gli attrezzi. Per la bresciana un esercizio alla trave da 13,600 punti, per la lissonese una caduta alle parallele (12,350) ed una alla trave (13,000).

Inizia la Busato (Brixia) col suo volteggio stellare (15,550), seguita da Rizzelli (14,550) e Villa (14,350), rispondono la triestina Macrì con un 15,450 e Bobul con 14,000. Mariani (Pro Lissone) esegue un esercizio al corpo libero che vale 14,500 punti.
Nella seconda rotazione la bresciana Rizzelli alle parallele ottiene 14,750, mentre la Villa paga una caduta con 11,700 punti; Redemagni (Savonese) fa 14,400 al volteggio. Ugrin (Artistica 81) esegue parallele da 14,100, mentre al corpo libero Mori (Giglio) e Rocca (Forza e Virtù) ottengono 14,000.
Tra terza e quarta rotazione, ottengono al volteggio Mariani e Paglia per la Pro rispettivamente 14,350 e 14,000, Basile (Olos Gym) 14,300, Mori 14,000 e Carofiglio 14,400: il podio provvisorio a metà gara resta a Brixia, Artistica 81 e Pro Lissone.
Fasana sulla pedana del corpo libero ottiene 14,500, Macrì segue con 14,450. Volteggio da 14,300 per la Crisci (Gymnasium) e 14,950 per Bonistalli (Casellina).
Il podio finale di Torino 2016 vede la vittoria della Brixia, seguita dalla Artistica 81 di Trieste e dalla Pro Lissone.

In Serie A2 il podio è nuovamente di Bollate, seguito da Robur et Virtus e Corpo Libero Gymnastics Team.
La prima rotazione vede già Bollate in testa alla classifica, dopo che la Colombo (Juventus Nova Melzo) aveva eseguito un esercizio alla trave con 3 cadute (10,400) e le padovane esercizi alle parallele da 8,850 per Scantamburlo e 11,550 per Ricciardi. Maggio (Robur et Virtus) ottiene 14,450 al corpo libero, Giada Grisetti alle parallele 14,150. La Biancoverde di Imola agguanta un provvisorio secondo posto al termine della terza rotazione, ma Bollate alla quarta rotazione, anche se non brillante a trave (una caduta per Salmina e Cereghetti), mantiene la testa della classifica; la Maggio si fa notare anche alle parallele dove ottiene 14,100.

Centro Sport Bollate, Ginnastica Civitavecchia e la Robur et Virtus di Villasanta guadagnano la promozione al campionato maggiore per la prossima stagione.
torino 2016

Foto di Alessandro Gamberi – redatto con il contributo tecnico di Fabio Caprara.

  •   
  •  
  •  
  •